Rovigo Centrale

×

Lavori in Corso

Rovigo

2005

 

committente: privato

superficie: 4500 mq 

progetto: ELASTICOSPA+Studio Luigi Paparella

gruppo: Stefano Pujatti, Corrado Curti ,Valeria Brero, Daniele Almondo, Luigi Paparella, Maria Lina Paparella, Emanuele Dall'Oco, A. Padoan, Luca Paparella, R.Pavan

Slow Horse

×

Pubblico

Piancavallo (PN)

2013

Obiettivo del progetto è stato restituire un'identità ad una località sviluppatasi con la speculazione edilizia degli anni '70: un luogo che offre il suo meglio quando la neve ricopre le nefandezze dell'arroganza architettonica. Proprio come un bambino, l'edificio giocherà con la neve, compattandola ed accumulandola in luoghi specifici, predefiniti dalla forma del tetto e delle facciate: il ghiaccio farà parte del gioco, le stalattiti diverrano decorazione dell'edificio. Il progetto ha previsto la demolizione parziale dell'edificio originario, mantenendo esclusivamente il piano terra: il resto dell'edificio si sviluppa su tre piani prefabbricati in legno, sopra una piattaforma di cemento armato che scavalca a ponte il basamento, lasciando un metro di vuoto ed appoggiandosi a terra sui tripodi. La struttura, pur essendo il risultato di un concept e di soluzioni tecnologiche avanzate, richiama lo schema delle tradizionali costruzioni montane. Elementi trainanti delle scelte architettoniche e distributive sono stati: l'orientamento delle camere, in rapporto al soleggiamento ed alle viste sul paesaggio; la forma della copertura e la sua capacità di trattenere e rilasciare acqua, neve e ghiaccio; il progressivo mutamento delle facciate in rapporto al tempo ed al clima.

 

destinazione: hotel

committente: Promotur S.p.A.

superficie: 3450 mq 

progetto: ELASTICOSPA + 3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Stefano Trucco, Cesare Roluti, Valeria Brero, Corrado Curti, Daniele Almondo, Serena Nano, Marco Burigana, Andrea Rosada

strutture: Stefano Santarossa

costruttore: Riccesi S.p.A.

fotografie: Donato Riccesi, Jacopo Riccesi

 

Cimitero Borgaretto

×

Pubblico

Beinasco (TO)

2005

L’intervento è  diviso in due aree ben distinte: la prima, adiacente al vecchio cimitero, funge da ingresso sia per il vecchio che per il nuovo camposanto, la seconda, più distaccata, ospita le sepolture. Una lunga passerella sopraelevata congiunge le due aree attraversando parte del Parco del Sangone che si insinua tra il vecchio ed il nuovo blocco. Quest'ultimo si sviluppa su diverse quote altimetriche: il piano di campagna, l’altipiano centrale a quota +2.40 metri, il camminamento perimetrale a quota +1.20 metri. Una nuova tipologia di sepolcro costituisce la parte centrale dell’intervento: i sepolcri diventano struttura di sostegno dell’altipiano. Piccoli affossamenti svelano la presenza delle sepolture ed in corrispondenza di questi un pavimento di griglia permette di vedere la posizione del defunto. Solo un albero buca la struttura metallica e suggerisce la speranza di resurrezione. Tutto l’ampliamento è concepito come un grande blocco di ghiaia e pietrame con granulometrie diverse: i percorsi in ghiaia molto fine, le scarpate ricoperte da pietrame più grossolano, le panche, le scale e le rampe realizzate con getti di ghiaino lavato. Il muro perimetrale è monumentale, realizzato in pietre da scogliera uguali a quelle utilizzate poco distante per consolidare le rive del fiume.

 

 

committente: Comune di Beinasco

superficie: 2000 mq

progetto: ELASTICO (Stefano Pujatti, Simone Carena, Alberto Del Maschio)

gruppo: S. Pujatti, S. Carena, A. Del Maschio, D. Musmeci, G. Tironi, L. Macrì, M. Luis y Garcia, C. Curti, I. Martini, R. Cauz

strutture: Gianni Vercelli

costruttore: S.IN.CO

fotografie: Betta Crovato

 

 

Lungomare Poetto

×

Concorsi

Cagliari 

2012

Il Poetto è pensato come parte integrata nella città - un parco urbanizzato per i Cagliaritani - e come porta verso le aree naturali, un luogo dove ricucire il rapporto con la città, il paesaggio e la sua storia.

Il progetto da noi proposto prevede la suddivisione del lungomare in otto aree tematiche e funzionali diverse, concepite e sviluppate in accordo con le specificità e le potenzialità dei diversi luoghi. 

Proponendo una molteplicità di usi, si favorisce un utilizzo più equilibrato dell’intera area, evitando gli attuali sovraffollamenti di alcune aree nei periodi estivi, nell’ottica di fornire un’infrastruttura per lo svago che possa essere utilizzata durante tutto l’anno. Uno degli obiettivi è quello di minimizzare la quantità di superfici destinate ai percorsi carrabili, favorendo un più complesso e interconnesso sistema di percorsi ciclabili e pedonali, spazi di sosta e di relazione, verde, giochi, sport.

Si è cercata un’immagine articolata attraverso movimenti plano-altimetrici che permettessero viste e accessi più suggestivi alla spiaggia, creando un dialogo tra la naturalità della spiaggia e l’artificialità del tessuto urbanizzato. Anche la sezione del Lungomare si espande e si comprime imprimendo ai percorsi ritmi e percezioni varie e cangianti, rendendo il lungo percorso un vero micropaesaggio.

 

committente: Comune di Cagliari

dimensione: 2,5 km

progetto: ELASTICOSPA + 3, AMC Associati, Si.Me.Te srl, 2+1 Officina Architettura, Artech Studio srl, SERV.IN. ingegneria srl, S.C.E. Project srl

 

Atelier Fleuriste

×

Commerciale

Chieri (TO)

2008

L’intervento è articolato in due blocchi edilizi, formalmente profondamente diversi, concepiti l’uno come una grande vetrina-piazza sulla strada Andezeno, l’altro come un padiglione isolato all’interno del giardino aperto al pubblico, visibile dalla strada attraverso scorci prospettici.

La ristrutturazione dell’edificio a cortina prevede il mantenimento della porzione centrale in tutti i suoi caratteri, mentre ai lati il volume dell’edificio è ricostruito da una grande vetrata a tutta altezza verso strada e da una pelle cangiante in rame verso il cortile; lo spazio interno è completamente aperto e si articola intorno a un grande vuoto a tutta altezza attraversato da passerelle.

Il sistema di raffrescamento della vetrata è realizzato mediante un velo d’acqua che trasforma l’intero fronte dell’edificio in una fontana monumentale: la strada diventa così piazza, spazio pubblico di riferimento per l’intero contesto urbano.

Il padiglione interno al giardino è costituito da un volume articolato e fluido, sollevato da terra da setti in cemento e rivestito da una pelle in laterizi rotti che gli conferiscono un forte carattere materico.

 

 

committente: Idea Fiori di Marco Segantin

superficie: 580 mq

progetto: ELASTICOSPA

gruppo: Stefano Pujatti, Corrado Curti, Manuela Luis y Garcia, Davide Musmeci, Valeria Brero, Daniele Almondo

strutture: Carlo Marocco

impianti: Luciano Ghia

costruttore: Gorgone Rosazza s.r.l.

fotografie: Beppe Giardino, Marco Boella, Betta Crovato