Country House

×

Casa unifamiliare

Sacile (PN)

2011

Il progetto è intervenuto su un complesso di case rurali in linea, attraverso interventi di demolizione, ricostruzione in sagoma e sopraelevazione, ottenendo un volume unico che tuttavia conserva memoria della struttura preesistente. Ciò è evidente in particolare nel prospetto sud, caratterizzato da un lato dalla riproposizione tipologica della forometria esistente,  dall'altro dalla reinterpretazione delle grandi aperture di porticati e fienili presenti nelle abitazioni rurali. Due differenti logiche compositive che caratterizzano solo la pelle più esterna dell'edificio, realizzata in mattoni secondo la tecnica del “triage” - tipica delle abitazioni agricole friulane: dietro questo rivestimento si mantiene così la libertà di aprire ampie vetrate che inondano di luce i locali, ma sono schermate dal grigliato in mattoni. Nelle porzioni di muratura piena si propone una tessitura con mattoni posati di testa che sporgono dal filo della facciata, un positivo che si lega al negativo delle porzioni realizzate in triage. All'estrema semplicità compositiva dell'esterno si contrappone un'articolazione interna complessa, generata dall'intersezione di cilindri di vari diametri che definiscono gli spazi e sono percepibili a differenti livelli.

committente:privato

superficie: 525 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Marco Burigana, Valeria Brero, Corrado Curti, Daniele Almondo

strutture: INTE.CO. s.r.l.

impianti: TSERVICE

costruttore: Impresa Martorel s.r.l.

fotografie: Betta Crovato

Country House

×

Casa unifamiliare

Sacile (PN)

2011

Il progetto è intervenuto su un complesso di case rurali in linea, attraverso interventi di demolizione, ricostruzione in sagoma e sopraelevazione, ottenendo un volume unico che tuttavia conserva memoria della struttura preesistente. Ciò è evidente in particolare nel prospetto sud, caratterizzato da un lato dalla riproposizione tipologica della forometria esistente,  dall'altro dalla reinterpretazione delle grandi aperture di porticati e fienili presenti nelle abitazioni rurali. Due differenti logiche compositive che caratterizzano solo la pelle più esterna dell'edificio, realizzata in mattoni secondo la tecnica del “triage” - tipica delle abitazioni agricole friulane: dietro questo rivestimento si mantiene così la libertà di aprire ampie vetrate che inondano di luce i locali, ma sono schermate dal grigliato in mattoni. Nelle porzioni di muratura piena si propone una tessitura con mattoni posati di testa che sporgono dal filo della facciata, un positivo che si lega al negativo delle porzioni realizzate in triage. All'estrema semplicità compositiva dell'esterno si contrappone un'articolazione interna complessa, generata dall'intersezione di cilindri di vari diametri che definiscono gli spazi e sono percepibili a differenti livelli.

committente:privato

superficie: 525 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Marco Burigana, Valeria Brero, Corrado Curti, Daniele Almondo

strutture: INTE.CO. s.r.l.

impianti: TSERVICE

costruttore: Impresa Martorel s.r.l.

fotografie: Betta Crovato

Country House

×

Casa unifamiliare

Sacile (PN)

2011

Il progetto è intervenuto su un complesso di case rurali in linea, attraverso interventi di demolizione, ricostruzione in sagoma e sopraelevazione, ottenendo un volume unico che tuttavia conserva memoria della struttura preesistente. Ciò è evidente in particolare nel prospetto sud, caratterizzato da un lato dalla riproposizione tipologica della forometria esistente,  dall'altro dalla reinterpretazione delle grandi aperture di porticati e fienili presenti nelle abitazioni rurali. Due differenti logiche compositive che caratterizzano solo la pelle più esterna dell'edificio, realizzata in mattoni secondo la tecnica del “triage” - tipica delle abitazioni agricole friulane: dietro questo rivestimento si mantiene così la libertà di aprire ampie vetrate che inondano di luce i locali, ma sono schermate dal grigliato in mattoni. Nelle porzioni di muratura piena si propone una tessitura con mattoni posati di testa che sporgono dal filo della facciata, un positivo che si lega al negativo delle porzioni realizzate in triage. All'estrema semplicità compositiva dell'esterno si contrappone un'articolazione interna complessa, generata dall'intersezione di cilindri di vari diametri che definiscono gli spazi e sono percepibili a differenti livelli.

committente:privato

superficie: 525 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Marco Burigana, Valeria Brero, Corrado Curti, Daniele Almondo

strutture: INTE.CO. s.r.l.

impianti: TSERVICE

costruttore: Impresa Martorel s.r.l.

fotografie: Betta Crovato

Country House

×

Casa unifamiliare

Sacile (PN)

2011

Il progetto è intervenuto su un complesso di case rurali in linea, attraverso interventi di demolizione, ricostruzione in sagoma e sopraelevazione, ottenendo un volume unico che tuttavia conserva memoria della struttura preesistente. Ciò è evidente in particolare nel prospetto sud, caratterizzato da un lato dalla riproposizione tipologica della forometria esistente,  dall'altro dalla reinterpretazione delle grandi aperture di porticati e fienili presenti nelle abitazioni rurali. Due differenti logiche compositive che caratterizzano solo la pelle più esterna dell'edificio, realizzata in mattoni secondo la tecnica del “triage” - tipica delle abitazioni agricole friulane: dietro questo rivestimento si mantiene così la libertà di aprire ampie vetrate che inondano di luce i locali, ma sono schermate dal grigliato in mattoni. Nelle porzioni di muratura piena si propone una tessitura con mattoni posati di testa che sporgono dal filo della facciata, un positivo che si lega al negativo delle porzioni realizzate in triage. All'estrema semplicità compositiva dell'esterno si contrappone un'articolazione interna complessa, generata dall'intersezione di cilindri di vari diametri che definiscono gli spazi e sono percepibili a differenti livelli.

committente:privato

superficie: 525 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Marco Burigana, Valeria Brero, Corrado Curti, Daniele Almondo

strutture: INTE.CO. s.r.l.

impianti: TSERVICE

costruttore: Impresa Martorel s.r.l.

fotografie: Betta Crovato

Country House

×

Casa unifamiliare

Sacile (PN)

2011

Il progetto è intervenuto su un complesso di case rurali in linea, attraverso interventi di demolizione, ricostruzione in sagoma e sopraelevazione, ottenendo un volume unico che tuttavia conserva memoria della struttura preesistente. Ciò è evidente in particolare nel prospetto sud, caratterizzato da un lato dalla riproposizione tipologica della forometria esistente,  dall'altro dalla reinterpretazione delle grandi aperture di porticati e fienili presenti nelle abitazioni rurali. Due differenti logiche compositive che caratterizzano solo la pelle più esterna dell'edificio, realizzata in mattoni secondo la tecnica del “triage” - tipica delle abitazioni agricole friulane: dietro questo rivestimento si mantiene così la libertà di aprire ampie vetrate che inondano di luce i locali, ma sono schermate dal grigliato in mattoni. Nelle porzioni di muratura piena si propone una tessitura con mattoni posati di testa che sporgono dal filo della facciata, un positivo che si lega al negativo delle porzioni realizzate in triage. All'estrema semplicità compositiva dell'esterno si contrappone un'articolazione interna complessa, generata dall'intersezione di cilindri di vari diametri che definiscono gli spazi e sono percepibili a differenti livelli.

committente:privato

superficie: 525 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Marco Burigana, Valeria Brero, Corrado Curti, Daniele Almondo

strutture: INTE.CO. s.r.l.

impianti: TSERVICE

costruttore: Impresa Martorel s.r.l.

fotografie: Betta Crovato

Country House

×

Casa unifamiliare

Sacile (PN)

2011

Il progetto è intervenuto su un complesso di case rurali in linea, attraverso interventi di demolizione, ricostruzione in sagoma e sopraelevazione, ottenendo un volume unico che tuttavia conserva memoria della struttura preesistente. Ciò è evidente in particolare nel prospetto sud, caratterizzato da un lato dalla riproposizione tipologica della forometria esistente,  dall'altro dalla reinterpretazione delle grandi aperture di porticati e fienili presenti nelle abitazioni rurali. Due differenti logiche compositive che caratterizzano solo la pelle più esterna dell'edificio, realizzata in mattoni secondo la tecnica del “triage” - tipica delle abitazioni agricole friulane: dietro questo rivestimento si mantiene così la libertà di aprire ampie vetrate che inondano di luce i locali, ma sono schermate dal grigliato in mattoni. Nelle porzioni di muratura piena si propone una tessitura con mattoni posati di testa che sporgono dal filo della facciata, un positivo che si lega al negativo delle porzioni realizzate in triage. All'estrema semplicità compositiva dell'esterno si contrappone un'articolazione interna complessa, generata dall'intersezione di cilindri di vari diametri che definiscono gli spazi e sono percepibili a differenti livelli.

committente:privato

superficie: 525 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Marco Burigana, Valeria Brero, Corrado Curti, Daniele Almondo

strutture: INTE.CO. s.r.l.

impianti: TSERVICE

costruttore: Impresa Martorel s.r.l.

fotografie: Betta Crovato

Country House

×

Casa unifamiliare

Sacile (PN)

2011

Il progetto è intervenuto su un complesso di case rurali in linea, attraverso interventi di demolizione, ricostruzione in sagoma e sopraelevazione, ottenendo un volume unico che tuttavia conserva memoria della struttura preesistente. Ciò è evidente in particolare nel prospetto sud, caratterizzato da un lato dalla riproposizione tipologica della forometria esistente,  dall'altro dalla reinterpretazione delle grandi aperture di porticati e fienili presenti nelle abitazioni rurali. Due differenti logiche compositive che caratterizzano solo la pelle più esterna dell'edificio, realizzata in mattoni secondo la tecnica del “triage” - tipica delle abitazioni agricole friulane: dietro questo rivestimento si mantiene così la libertà di aprire ampie vetrate che inondano di luce i locali, ma sono schermate dal grigliato in mattoni. Nelle porzioni di muratura piena si propone una tessitura con mattoni posati di testa che sporgono dal filo della facciata, un positivo che si lega al negativo delle porzioni realizzate in triage. All'estrema semplicità compositiva dell'esterno si contrappone un'articolazione interna complessa, generata dall'intersezione di cilindri di vari diametri che definiscono gli spazi e sono percepibili a differenti livelli.

committente:privato

superficie: 525 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Marco Burigana, Valeria Brero, Corrado Curti, Daniele Almondo

strutture: INTE.CO. s.r.l.

impianti: TSERVICE

costruttore: Impresa Martorel s.r.l.

fotografie: Betta Crovato

Country House

×

Casa unifamiliare

Sacile (PN)

2011

Il progetto è intervenuto su un complesso di case rurali in linea, attraverso interventi di demolizione, ricostruzione in sagoma e sopraelevazione, ottenendo un volume unico che tuttavia conserva memoria della struttura preesistente. Ciò è evidente in particolare nel prospetto sud, caratterizzato da un lato dalla riproposizione tipologica della forometria esistente,  dall'altro dalla reinterpretazione delle grandi aperture di porticati e fienili presenti nelle abitazioni rurali. Due differenti logiche compositive che caratterizzano solo la pelle più esterna dell'edificio, realizzata in mattoni secondo la tecnica del “triage” - tipica delle abitazioni agricole friulane: dietro questo rivestimento si mantiene così la libertà di aprire ampie vetrate che inondano di luce i locali, ma sono schermate dal grigliato in mattoni. Nelle porzioni di muratura piena si propone una tessitura con mattoni posati di testa che sporgono dal filo della facciata, un positivo che si lega al negativo delle porzioni realizzate in triage. All'estrema semplicità compositiva dell'esterno si contrappone un'articolazione interna complessa, generata dall'intersezione di cilindri di vari diametri che definiscono gli spazi e sono percepibili a differenti livelli.

committente:privato

superficie: 525 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Marco Burigana, Valeria Brero, Corrado Curti, Daniele Almondo

strutture: INTE.CO. s.r.l.

impianti: TSERVICE

costruttore: Impresa Martorel s.r.l.

fotografie: Betta Crovato

Country House

×

Casa unifamiliare

Sacile (PN)

2011

Il progetto è intervenuto su un complesso di case rurali in linea, attraverso interventi di demolizione, ricostruzione in sagoma e sopraelevazione, ottenendo un volume unico che tuttavia conserva memoria della struttura preesistente. Ciò è evidente in particolare nel prospetto sud, caratterizzato da un lato dalla riproposizione tipologica della forometria esistente,  dall'altro dalla reinterpretazione delle grandi aperture di porticati e fienili presenti nelle abitazioni rurali. Due differenti logiche compositive che caratterizzano solo la pelle più esterna dell'edificio, realizzata in mattoni secondo la tecnica del “triage” - tipica delle abitazioni agricole friulane: dietro questo rivestimento si mantiene così la libertà di aprire ampie vetrate che inondano di luce i locali, ma sono schermate dal grigliato in mattoni. Nelle porzioni di muratura piena si propone una tessitura con mattoni posati di testa che sporgono dal filo della facciata, un positivo che si lega al negativo delle porzioni realizzate in triage. All'estrema semplicità compositiva dell'esterno si contrappone un'articolazione interna complessa, generata dall'intersezione di cilindri di vari diametri che definiscono gli spazi e sono percepibili a differenti livelli.

committente:privato

superficie: 525 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Marco Burigana, Valeria Brero, Corrado Curti, Daniele Almondo

strutture: INTE.CO. s.r.l.

impianti: TSERVICE

costruttore: Impresa Martorel s.r.l.

fotografie: Betta Crovato

Country House

×

Casa unifamiliare

Sacile (PN)

2011

Il progetto è intervenuto su un complesso di case rurali in linea, attraverso interventi di demolizione, ricostruzione in sagoma e sopraelevazione, ottenendo un volume unico che tuttavia conserva memoria della struttura preesistente. Ciò è evidente in particolare nel prospetto sud, caratterizzato da un lato dalla riproposizione tipologica della forometria esistente,  dall'altro dalla reinterpretazione delle grandi aperture di porticati e fienili presenti nelle abitazioni rurali. Due differenti logiche compositive che caratterizzano solo la pelle più esterna dell'edificio, realizzata in mattoni secondo la tecnica del “triage” - tipica delle abitazioni agricole friulane: dietro questo rivestimento si mantiene così la libertà di aprire ampie vetrate che inondano di luce i locali, ma sono schermate dal grigliato in mattoni. Nelle porzioni di muratura piena si propone una tessitura con mattoni posati di testa che sporgono dal filo della facciata, un positivo che si lega al negativo delle porzioni realizzate in triage. All'estrema semplicità compositiva dell'esterno si contrappone un'articolazione interna complessa, generata dall'intersezione di cilindri di vari diametri che definiscono gli spazi e sono percepibili a differenti livelli.

committente:privato

superficie: 525 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Marco Burigana, Valeria Brero, Corrado Curti, Daniele Almondo

strutture: INTE.CO. s.r.l.

impianti: TSERVICE

costruttore: Impresa Martorel s.r.l.

fotografie: Betta Crovato

Country House

×

Casa unifamiliare

Sacile (PN)

2011

Il progetto è intervenuto su un complesso di case rurali in linea, attraverso interventi di demolizione, ricostruzione in sagoma e sopraelevazione, ottenendo un volume unico che tuttavia conserva memoria della struttura preesistente. Ciò è evidente in particolare nel prospetto sud, caratterizzato da un lato dalla riproposizione tipologica della forometria esistente,  dall'altro dalla reinterpretazione delle grandi aperture di porticati e fienili presenti nelle abitazioni rurali. Due differenti logiche compositive che caratterizzano solo la pelle più esterna dell'edificio, realizzata in mattoni secondo la tecnica del “triage” - tipica delle abitazioni agricole friulane: dietro questo rivestimento si mantiene così la libertà di aprire ampie vetrate che inondano di luce i locali, ma sono schermate dal grigliato in mattoni. Nelle porzioni di muratura piena si propone una tessitura con mattoni posati di testa che sporgono dal filo della facciata, un positivo che si lega al negativo delle porzioni realizzate in triage. All'estrema semplicità compositiva dell'esterno si contrappone un'articolazione interna complessa, generata dall'intersezione di cilindri di vari diametri che definiscono gli spazi e sono percepibili a differenti livelli.

committente:privato

superficie: 525 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Marco Burigana, Valeria Brero, Corrado Curti, Daniele Almondo

strutture: INTE.CO. s.r.l.

impianti: TSERVICE

costruttore: Impresa Martorel s.r.l.

fotografie: Betta Crovato

Country House

×

Casa unifamiliare

Sacile (PN)

2011

Il progetto è intervenuto su un complesso di case rurali in linea, attraverso interventi di demolizione, ricostruzione in sagoma e sopraelevazione, ottenendo un volume unico che tuttavia conserva memoria della struttura preesistente. Ciò è evidente in particolare nel prospetto sud, caratterizzato da un lato dalla riproposizione tipologica della forometria esistente,  dall'altro dalla reinterpretazione delle grandi aperture di porticati e fienili presenti nelle abitazioni rurali. Due differenti logiche compositive che caratterizzano solo la pelle più esterna dell'edificio, realizzata in mattoni secondo la tecnica del “triage” - tipica delle abitazioni agricole friulane: dietro questo rivestimento si mantiene così la libertà di aprire ampie vetrate che inondano di luce i locali, ma sono schermate dal grigliato in mattoni. Nelle porzioni di muratura piena si propone una tessitura con mattoni posati di testa che sporgono dal filo della facciata, un positivo che si lega al negativo delle porzioni realizzate in triage. All'estrema semplicità compositiva dell'esterno si contrappone un'articolazione interna complessa, generata dall'intersezione di cilindri di vari diametri che definiscono gli spazi e sono percepibili a differenti livelli.

committente:privato

superficie: 525 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Marco Burigana, Valeria Brero, Corrado Curti, Daniele Almondo

strutture: INTE.CO. s.r.l.

impianti: TSERVICE

costruttore: Impresa Martorel s.r.l.

fotografie: Betta Crovato

Country House

×

Casa unifamiliare

Sacile (PN)

2011

Il progetto è intervenuto su un complesso di case rurali in linea, attraverso interventi di demolizione, ricostruzione in sagoma e sopraelevazione, ottenendo un volume unico che tuttavia conserva memoria della struttura preesistente. Ciò è evidente in particolare nel prospetto sud, caratterizzato da un lato dalla riproposizione tipologica della forometria esistente,  dall'altro dalla reinterpretazione delle grandi aperture di porticati e fienili presenti nelle abitazioni rurali. Due differenti logiche compositive che caratterizzano solo la pelle più esterna dell'edificio, realizzata in mattoni secondo la tecnica del “triage” - tipica delle abitazioni agricole friulane: dietro questo rivestimento si mantiene così la libertà di aprire ampie vetrate che inondano di luce i locali, ma sono schermate dal grigliato in mattoni. Nelle porzioni di muratura piena si propone una tessitura con mattoni posati di testa che sporgono dal filo della facciata, un positivo che si lega al negativo delle porzioni realizzate in triage. All'estrema semplicità compositiva dell'esterno si contrappone un'articolazione interna complessa, generata dall'intersezione di cilindri di vari diametri che definiscono gli spazi e sono percepibili a differenti livelli.

committente:privato

superficie: 525 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Marco Burigana, Valeria Brero, Corrado Curti, Daniele Almondo

strutture: INTE.CO. s.r.l.

impianti: TSERVICE

costruttore: Impresa Martorel s.r.l.

fotografie: Betta Crovato

Country House

×

Casa unifamiliare

Sacile (PN)

2011

Il progetto è intervenuto su un complesso di case rurali in linea, attraverso interventi di demolizione, ricostruzione in sagoma e sopraelevazione, ottenendo un volume unico che tuttavia conserva memoria della struttura preesistente. Ciò è evidente in particolare nel prospetto sud, caratterizzato da un lato dalla riproposizione tipologica della forometria esistente,  dall'altro dalla reinterpretazione delle grandi aperture di porticati e fienili presenti nelle abitazioni rurali. Due differenti logiche compositive che caratterizzano solo la pelle più esterna dell'edificio, realizzata in mattoni secondo la tecnica del “triage” - tipica delle abitazioni agricole friulane: dietro questo rivestimento si mantiene così la libertà di aprire ampie vetrate che inondano di luce i locali, ma sono schermate dal grigliato in mattoni. Nelle porzioni di muratura piena si propone una tessitura con mattoni posati di testa che sporgono dal filo della facciata, un positivo che si lega al negativo delle porzioni realizzate in triage. All'estrema semplicità compositiva dell'esterno si contrappone un'articolazione interna complessa, generata dall'intersezione di cilindri di vari diametri che definiscono gli spazi e sono percepibili a differenti livelli.

committente:privato

superficie: 525 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Marco Burigana, Valeria Brero, Corrado Curti, Daniele Almondo

strutture: INTE.CO. s.r.l.

impianti: TSERVICE

costruttore: Impresa Martorel s.r.l.

fotografie: Betta Crovato

Country House

×

Casa unifamiliare

Sacile (PN)

2011

Il progetto è intervenuto su un complesso di case rurali in linea, attraverso interventi di demolizione, ricostruzione in sagoma e sopraelevazione, ottenendo un volume unico che tuttavia conserva memoria della struttura preesistente. Ciò è evidente in particolare nel prospetto sud, caratterizzato da un lato dalla riproposizione tipologica della forometria esistente,  dall'altro dalla reinterpretazione delle grandi aperture di porticati e fienili presenti nelle abitazioni rurali. Due differenti logiche compositive che caratterizzano solo la pelle più esterna dell'edificio, realizzata in mattoni secondo la tecnica del “triage” - tipica delle abitazioni agricole friulane: dietro questo rivestimento si mantiene così la libertà di aprire ampie vetrate che inondano di luce i locali, ma sono schermate dal grigliato in mattoni. Nelle porzioni di muratura piena si propone una tessitura con mattoni posati di testa che sporgono dal filo della facciata, un positivo che si lega al negativo delle porzioni realizzate in triage. All'estrema semplicità compositiva dell'esterno si contrappone un'articolazione interna complessa, generata dall'intersezione di cilindri di vari diametri che definiscono gli spazi e sono percepibili a differenti livelli.

committente:privato

superficie: 525 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Marco Burigana, Valeria Brero, Corrado Curti, Daniele Almondo

strutture: INTE.CO. s.r.l.

impianti: TSERVICE

costruttore: Impresa Martorel s.r.l.

fotografie: Betta Crovato

Country House

×

Casa unifamiliare

Sacile (PN)

2011

Il progetto è intervenuto su un complesso di case rurali in linea, attraverso interventi di demolizione, ricostruzione in sagoma e sopraelevazione, ottenendo un volume unico che tuttavia conserva memoria della struttura preesistente. Ciò è evidente in particolare nel prospetto sud, caratterizzato da un lato dalla riproposizione tipologica della forometria esistente,  dall'altro dalla reinterpretazione delle grandi aperture di porticati e fienili presenti nelle abitazioni rurali. Due differenti logiche compositive che caratterizzano solo la pelle più esterna dell'edificio, realizzata in mattoni secondo la tecnica del “triage” - tipica delle abitazioni agricole friulane: dietro questo rivestimento si mantiene così la libertà di aprire ampie vetrate che inondano di luce i locali, ma sono schermate dal grigliato in mattoni. Nelle porzioni di muratura piena si propone una tessitura con mattoni posati di testa che sporgono dal filo della facciata, un positivo che si lega al negativo delle porzioni realizzate in triage. All'estrema semplicità compositiva dell'esterno si contrappone un'articolazione interna complessa, generata dall'intersezione di cilindri di vari diametri che definiscono gli spazi e sono percepibili a differenti livelli.

committente:privato

superficie: 525 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Marco Burigana, Valeria Brero, Corrado Curti, Daniele Almondo

strutture: INTE.CO. s.r.l.

impianti: TSERVICE

costruttore: Impresa Martorel s.r.l.

fotografie: Betta Crovato

Country House

×

Casa unifamiliare

Sacile (PN)

2011

Il progetto è intervenuto su un complesso di case rurali in linea, attraverso interventi di demolizione, ricostruzione in sagoma e sopraelevazione, ottenendo un volume unico che tuttavia conserva memoria della struttura preesistente. Ciò è evidente in particolare nel prospetto sud, caratterizzato da un lato dalla riproposizione tipologica della forometria esistente,  dall'altro dalla reinterpretazione delle grandi aperture di porticati e fienili presenti nelle abitazioni rurali. Due differenti logiche compositive che caratterizzano solo la pelle più esterna dell'edificio, realizzata in mattoni secondo la tecnica del “triage” - tipica delle abitazioni agricole friulane: dietro questo rivestimento si mantiene così la libertà di aprire ampie vetrate che inondano di luce i locali, ma sono schermate dal grigliato in mattoni. Nelle porzioni di muratura piena si propone una tessitura con mattoni posati di testa che sporgono dal filo della facciata, un positivo che si lega al negativo delle porzioni realizzate in triage. All'estrema semplicità compositiva dell'esterno si contrappone un'articolazione interna complessa, generata dall'intersezione di cilindri di vari diametri che definiscono gli spazi e sono percepibili a differenti livelli.

committente:privato

superficie: 525 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Marco Burigana, Valeria Brero, Corrado Curti, Daniele Almondo

strutture: INTE.CO. s.r.l.

impianti: TSERVICE

costruttore: Impresa Martorel s.r.l.

fotografie: Betta Crovato