Dove osano gli avvoltoi

×

Concorsi

L'Aquila (AQ)

2013

Il progetto proposto per la nuova sede della Provincia dell'Aquila estremizza l'obiettivo di pedonalizzare il centro della città e di valorizzare la preesistenza storica del Palazzo del Governo e la percezione dell’abside della Chiesa di Sant’Agostino. La volontà di creare spazi pubblici di connessione tra questa parte dell’isolato, il Palazzo del Governo a quota 0.00 e il retro della Chiesa a quota -1.30, ci ha spinto a studiare la realizzazione di una grande piazza, che diventa loggia coperta scivolando sotto l'edificio. Sviluppata sui due diversi livelli, la piazza taglia orizzontalmente l’edificio della Provincia, separando solo formalmente il piano della hall a quota -4.50 dai piani degli uffici che partono da quota +3.30. Un grande cilindro vetrato, oltre a connettere fisicamente i vari piani attraverso il vano scala ed i vani ascensore contenuti al suo interno, permette di percepire, dallo spazio esterno della piazza, la vita all’interno della hall e l’attività dei piani superiori: nelle ore notturne diventa una lanterna luminosa attraverso la quale è possibile illuminare gran parte della loggia. Dal punto di vista materico, le facciate sono composte di un ordito di travertino e di vetro, i diversi colori delle pietre si integrano alle parti vetrate che, leggermente brunite e riflettenti, rilegano insieme le varie parti dei prospetti e realizzano, con la riflessione simultanea di cielo e pietra, un gioco ambiguo di solidità ed evanescenza.

 

committente: Provincia dell'Aquila

superficie:  7300 mq

progetto: ELASTICOSPA+3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Corrado Curti, Valeria Brero, Daniele Almondo, Serena Nano, Monica Ierace, Marco Burigana, Luca Infanti, Stefano De Pippo, Marco Bertelli, Alessandro Bilucaglia

 

 

Dove osano gli avvoltoi

×

Concorsi

L'Aquila (AQ)

2013

Il progetto proposto per la nuova sede della Provincia dell'Aquila estremizza l'obiettivo di pedonalizzare il centro della città e di valorizzare la preesistenza storica del Palazzo del Governo e la percezione dell’abside della Chiesa di Sant’Agostino. La volontà di creare spazi pubblici di connessione tra questa parte dell’isolato, il Palazzo del Governo a quota 0.00 e il retro della Chiesa a quota -1.30, ci ha spinto a studiare la realizzazione di una grande piazza, che diventa loggia coperta scivolando sotto l'edificio. Sviluppata sui due diversi livelli, la piazza taglia orizzontalmente l’edificio della Provincia, separando solo formalmente il piano della hall a quota -4.50 dai piani degli uffici che partono da quota +3.30. Un grande cilindro vetrato, oltre a connettere fisicamente i vari piani attraverso il vano scala ed i vani ascensore contenuti al suo interno, permette di percepire, dallo spazio esterno della piazza, la vita all’interno della hall e l’attività dei piani superiori: nelle ore notturne diventa una lanterna luminosa attraverso la quale è possibile illuminare gran parte della loggia. Dal punto di vista materico, le facciate sono composte di un ordito di travertino e di vetro, i diversi colori delle pietre si integrano alle parti vetrate che, leggermente brunite e riflettenti, rilegano insieme le varie parti dei prospetti e realizzano, con la riflessione simultanea di cielo e pietra, un gioco ambiguo di solidità ed evanescenza.

 

committente: Provincia dell'Aquila

superficie:  7300 mq

progetto: ELASTICOSPA+3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Corrado Curti, Valeria Brero, Daniele Almondo, Serena Nano, Monica Ierace, Marco Burigana, Luca Infanti, Stefano De Pippo, Marco Bertelli, Alessandro Bilucaglia

 

 

Dove osano gli avvoltoi

×

Concorsi

L'Aquila (AQ)

2013

Il progetto proposto per la nuova sede della Provincia dell'Aquila estremizza l'obiettivo di pedonalizzare il centro della città e di valorizzare la preesistenza storica del Palazzo del Governo e la percezione dell’abside della Chiesa di Sant’Agostino. La volontà di creare spazi pubblici di connessione tra questa parte dell’isolato, il Palazzo del Governo a quota 0.00 e il retro della Chiesa a quota -1.30, ci ha spinto a studiare la realizzazione di una grande piazza, che diventa loggia coperta scivolando sotto l'edificio. Sviluppata sui due diversi livelli, la piazza taglia orizzontalmente l’edificio della Provincia, separando solo formalmente il piano della hall a quota -4.50 dai piani degli uffici che partono da quota +3.30. Un grande cilindro vetrato, oltre a connettere fisicamente i vari piani attraverso il vano scala ed i vani ascensore contenuti al suo interno, permette di percepire, dallo spazio esterno della piazza, la vita all’interno della hall e l’attività dei piani superiori: nelle ore notturne diventa una lanterna luminosa attraverso la quale è possibile illuminare gran parte della loggia. Dal punto di vista materico, le facciate sono composte di un ordito di travertino e di vetro, i diversi colori delle pietre si integrano alle parti vetrate che, leggermente brunite e riflettenti, rilegano insieme le varie parti dei prospetti e realizzano, con la riflessione simultanea di cielo e pietra, un gioco ambiguo di solidità ed evanescenza.

 

committente: Provincia dell'Aquila

superficie:  7300 mq

progetto: ELASTICOSPA+3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Corrado Curti, Valeria Brero, Daniele Almondo, Serena Nano, Monica Ierace, Marco Burigana, Luca Infanti, Stefano De Pippo, Marco Bertelli, Alessandro Bilucaglia

 

 

Dove osano gli avvoltoi

×

Concorsi

L'Aquila (AQ)

2013

Il progetto proposto per la nuova sede della Provincia dell'Aquila estremizza l'obiettivo di pedonalizzare il centro della città e di valorizzare la preesistenza storica del Palazzo del Governo e la percezione dell’abside della Chiesa di Sant’Agostino. La volontà di creare spazi pubblici di connessione tra questa parte dell’isolato, il Palazzo del Governo a quota 0.00 e il retro della Chiesa a quota -1.30, ci ha spinto a studiare la realizzazione di una grande piazza, che diventa loggia coperta scivolando sotto l'edificio. Sviluppata sui due diversi livelli, la piazza taglia orizzontalmente l’edificio della Provincia, separando solo formalmente il piano della hall a quota -4.50 dai piani degli uffici che partono da quota +3.30. Un grande cilindro vetrato, oltre a connettere fisicamente i vari piani attraverso il vano scala ed i vani ascensore contenuti al suo interno, permette di percepire, dallo spazio esterno della piazza, la vita all’interno della hall e l’attività dei piani superiori: nelle ore notturne diventa una lanterna luminosa attraverso la quale è possibile illuminare gran parte della loggia. Dal punto di vista materico, le facciate sono composte di un ordito di travertino e di vetro, i diversi colori delle pietre si integrano alle parti vetrate che, leggermente brunite e riflettenti, rilegano insieme le varie parti dei prospetti e realizzano, con la riflessione simultanea di cielo e pietra, un gioco ambiguo di solidità ed evanescenza.

 

committente: Provincia dell'Aquila

superficie:  7300 mq

progetto: ELASTICOSPA+3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Corrado Curti, Valeria Brero, Daniele Almondo, Serena Nano, Monica Ierace, Marco Burigana, Luca Infanti, Stefano De Pippo, Marco Bertelli, Alessandro Bilucaglia

 

 

Dove osano gli avvoltoi

×

Concorsi

L'Aquila (AQ)

2013

Il progetto proposto per la nuova sede della Provincia dell'Aquila estremizza l'obiettivo di pedonalizzare il centro della città e di valorizzare la preesistenza storica del Palazzo del Governo e la percezione dell’abside della Chiesa di Sant’Agostino. La volontà di creare spazi pubblici di connessione tra questa parte dell’isolato, il Palazzo del Governo a quota 0.00 e il retro della Chiesa a quota -1.30, ci ha spinto a studiare la realizzazione di una grande piazza, che diventa loggia coperta scivolando sotto l'edificio. Sviluppata sui due diversi livelli, la piazza taglia orizzontalmente l’edificio della Provincia, separando solo formalmente il piano della hall a quota -4.50 dai piani degli uffici che partono da quota +3.30. Un grande cilindro vetrato, oltre a connettere fisicamente i vari piani attraverso il vano scala ed i vani ascensore contenuti al suo interno, permette di percepire, dallo spazio esterno della piazza, la vita all’interno della hall e l’attività dei piani superiori: nelle ore notturne diventa una lanterna luminosa attraverso la quale è possibile illuminare gran parte della loggia. Dal punto di vista materico, le facciate sono composte di un ordito di travertino e di vetro, i diversi colori delle pietre si integrano alle parti vetrate che, leggermente brunite e riflettenti, rilegano insieme le varie parti dei prospetti e realizzano, con la riflessione simultanea di cielo e pietra, un gioco ambiguo di solidità ed evanescenza.

 

committente: Provincia dell'Aquila

superficie:  7300 mq

progetto: ELASTICOSPA+3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Corrado Curti, Valeria Brero, Daniele Almondo, Serena Nano, Monica Ierace, Marco Burigana, Luca Infanti, Stefano De Pippo, Marco Bertelli, Alessandro Bilucaglia

 

 

Dove osano gli avvoltoi

×

Concorsi

L'Aquila (AQ)

2013

Il progetto proposto per la nuova sede della Provincia dell'Aquila estremizza l'obiettivo di pedonalizzare il centro della città e di valorizzare la preesistenza storica del Palazzo del Governo e la percezione dell’abside della Chiesa di Sant’Agostino. La volontà di creare spazi pubblici di connessione tra questa parte dell’isolato, il Palazzo del Governo a quota 0.00 e il retro della Chiesa a quota -1.30, ci ha spinto a studiare la realizzazione di una grande piazza, che diventa loggia coperta scivolando sotto l'edificio. Sviluppata sui due diversi livelli, la piazza taglia orizzontalmente l’edificio della Provincia, separando solo formalmente il piano della hall a quota -4.50 dai piani degli uffici che partono da quota +3.30. Un grande cilindro vetrato, oltre a connettere fisicamente i vari piani attraverso il vano scala ed i vani ascensore contenuti al suo interno, permette di percepire, dallo spazio esterno della piazza, la vita all’interno della hall e l’attività dei piani superiori: nelle ore notturne diventa una lanterna luminosa attraverso la quale è possibile illuminare gran parte della loggia. Dal punto di vista materico, le facciate sono composte di un ordito di travertino e di vetro, i diversi colori delle pietre si integrano alle parti vetrate che, leggermente brunite e riflettenti, rilegano insieme le varie parti dei prospetti e realizzano, con la riflessione simultanea di cielo e pietra, un gioco ambiguo di solidità ed evanescenza.

 

committente: Provincia dell'Aquila

superficie:  7300 mq

progetto: ELASTICOSPA+3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Corrado Curti, Valeria Brero, Daniele Almondo, Serena Nano, Monica Ierace, Marco Burigana, Luca Infanti, Stefano De Pippo, Marco Bertelli, Alessandro Bilucaglia

 

 

Dove osano gli avvoltoi

×

Concorsi

L'Aquila (AQ)

2013

Il progetto proposto per la nuova sede della Provincia dell'Aquila estremizza l'obiettivo di pedonalizzare il centro della città e di valorizzare la preesistenza storica del Palazzo del Governo e la percezione dell’abside della Chiesa di Sant’Agostino. La volontà di creare spazi pubblici di connessione tra questa parte dell’isolato, il Palazzo del Governo a quota 0.00 e il retro della Chiesa a quota -1.30, ci ha spinto a studiare la realizzazione di una grande piazza, che diventa loggia coperta scivolando sotto l'edificio. Sviluppata sui due diversi livelli, la piazza taglia orizzontalmente l’edificio della Provincia, separando solo formalmente il piano della hall a quota -4.50 dai piani degli uffici che partono da quota +3.30. Un grande cilindro vetrato, oltre a connettere fisicamente i vari piani attraverso il vano scala ed i vani ascensore contenuti al suo interno, permette di percepire, dallo spazio esterno della piazza, la vita all’interno della hall e l’attività dei piani superiori: nelle ore notturne diventa una lanterna luminosa attraverso la quale è possibile illuminare gran parte della loggia. Dal punto di vista materico, le facciate sono composte di un ordito di travertino e di vetro, i diversi colori delle pietre si integrano alle parti vetrate che, leggermente brunite e riflettenti, rilegano insieme le varie parti dei prospetti e realizzano, con la riflessione simultanea di cielo e pietra, un gioco ambiguo di solidità ed evanescenza.

 

committente: Provincia dell'Aquila

superficie:  7300 mq

progetto: ELASTICOSPA+3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Corrado Curti, Valeria Brero, Daniele Almondo, Serena Nano, Monica Ierace, Marco Burigana, Luca Infanti, Stefano De Pippo, Marco Bertelli, Alessandro Bilucaglia

 

 

Dove osano gli avvoltoi

×

Concorsi

L'Aquila (AQ)

2013

Il progetto proposto per la nuova sede della Provincia dell'Aquila estremizza l'obiettivo di pedonalizzare il centro della città e di valorizzare la preesistenza storica del Palazzo del Governo e la percezione dell’abside della Chiesa di Sant’Agostino. La volontà di creare spazi pubblici di connessione tra questa parte dell’isolato, il Palazzo del Governo a quota 0.00 e il retro della Chiesa a quota -1.30, ci ha spinto a studiare la realizzazione di una grande piazza, che diventa loggia coperta scivolando sotto l'edificio. Sviluppata sui due diversi livelli, la piazza taglia orizzontalmente l’edificio della Provincia, separando solo formalmente il piano della hall a quota -4.50 dai piani degli uffici che partono da quota +3.30. Un grande cilindro vetrato, oltre a connettere fisicamente i vari piani attraverso il vano scala ed i vani ascensore contenuti al suo interno, permette di percepire, dallo spazio esterno della piazza, la vita all’interno della hall e l’attività dei piani superiori: nelle ore notturne diventa una lanterna luminosa attraverso la quale è possibile illuminare gran parte della loggia. Dal punto di vista materico, le facciate sono composte di un ordito di travertino e di vetro, i diversi colori delle pietre si integrano alle parti vetrate che, leggermente brunite e riflettenti, rilegano insieme le varie parti dei prospetti e realizzano, con la riflessione simultanea di cielo e pietra, un gioco ambiguo di solidità ed evanescenza.

 

committente: Provincia dell'Aquila

superficie:  7300 mq

progetto: ELASTICOSPA+3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Corrado Curti, Valeria Brero, Daniele Almondo, Serena Nano, Monica Ierace, Marco Burigana, Luca Infanti, Stefano De Pippo, Marco Bertelli, Alessandro Bilucaglia

 

 

Dove osano gli avvoltoi

×

Concorsi

L'Aquila (AQ)

2013

Il progetto proposto per la nuova sede della Provincia dell'Aquila estremizza l'obiettivo di pedonalizzare il centro della città e di valorizzare la preesistenza storica del Palazzo del Governo e la percezione dell’abside della Chiesa di Sant’Agostino. La volontà di creare spazi pubblici di connessione tra questa parte dell’isolato, il Palazzo del Governo a quota 0.00 e il retro della Chiesa a quota -1.30, ci ha spinto a studiare la realizzazione di una grande piazza, che diventa loggia coperta scivolando sotto l'edificio. Sviluppata sui due diversi livelli, la piazza taglia orizzontalmente l’edificio della Provincia, separando solo formalmente il piano della hall a quota -4.50 dai piani degli uffici che partono da quota +3.30. Un grande cilindro vetrato, oltre a connettere fisicamente i vari piani attraverso il vano scala ed i vani ascensore contenuti al suo interno, permette di percepire, dallo spazio esterno della piazza, la vita all’interno della hall e l’attività dei piani superiori: nelle ore notturne diventa una lanterna luminosa attraverso la quale è possibile illuminare gran parte della loggia. Dal punto di vista materico, le facciate sono composte di un ordito di travertino e di vetro, i diversi colori delle pietre si integrano alle parti vetrate che, leggermente brunite e riflettenti, rilegano insieme le varie parti dei prospetti e realizzano, con la riflessione simultanea di cielo e pietra, un gioco ambiguo di solidità ed evanescenza.

 

committente: Provincia dell'Aquila

superficie:  7300 mq

progetto: ELASTICOSPA+3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Corrado Curti, Valeria Brero, Daniele Almondo, Serena Nano, Monica Ierace, Marco Burigana, Luca Infanti, Stefano De Pippo, Marco Bertelli, Alessandro Bilucaglia

 

 

Dove osano gli avvoltoi

×

Concorsi

L'Aquila (AQ)

2013

Il progetto proposto per la nuova sede della Provincia dell'Aquila estremizza l'obiettivo di pedonalizzare il centro della città e di valorizzare la preesistenza storica del Palazzo del Governo e la percezione dell’abside della Chiesa di Sant’Agostino. La volontà di creare spazi pubblici di connessione tra questa parte dell’isolato, il Palazzo del Governo a quota 0.00 e il retro della Chiesa a quota -1.30, ci ha spinto a studiare la realizzazione di una grande piazza, che diventa loggia coperta scivolando sotto l'edificio. Sviluppata sui due diversi livelli, la piazza taglia orizzontalmente l’edificio della Provincia, separando solo formalmente il piano della hall a quota -4.50 dai piani degli uffici che partono da quota +3.30. Un grande cilindro vetrato, oltre a connettere fisicamente i vari piani attraverso il vano scala ed i vani ascensore contenuti al suo interno, permette di percepire, dallo spazio esterno della piazza, la vita all’interno della hall e l’attività dei piani superiori: nelle ore notturne diventa una lanterna luminosa attraverso la quale è possibile illuminare gran parte della loggia. Dal punto di vista materico, le facciate sono composte di un ordito di travertino e di vetro, i diversi colori delle pietre si integrano alle parti vetrate che, leggermente brunite e riflettenti, rilegano insieme le varie parti dei prospetti e realizzano, con la riflessione simultanea di cielo e pietra, un gioco ambiguo di solidità ed evanescenza.

 

committente: Provincia dell'Aquila

superficie:  7300 mq

progetto: ELASTICOSPA+3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Corrado Curti, Valeria Brero, Daniele Almondo, Serena Nano, Monica Ierace, Marco Burigana, Luca Infanti, Stefano De Pippo, Marco Bertelli, Alessandro Bilucaglia

 

 

Dove osano gli avvoltoi

×

Concorsi

L'Aquila (AQ)

2013

Il progetto proposto per la nuova sede della Provincia dell'Aquila estremizza l'obiettivo di pedonalizzare il centro della città e di valorizzare la preesistenza storica del Palazzo del Governo e la percezione dell’abside della Chiesa di Sant’Agostino. La volontà di creare spazi pubblici di connessione tra questa parte dell’isolato, il Palazzo del Governo a quota 0.00 e il retro della Chiesa a quota -1.30, ci ha spinto a studiare la realizzazione di una grande piazza, che diventa loggia coperta scivolando sotto l'edificio. Sviluppata sui due diversi livelli, la piazza taglia orizzontalmente l’edificio della Provincia, separando solo formalmente il piano della hall a quota -4.50 dai piani degli uffici che partono da quota +3.30. Un grande cilindro vetrato, oltre a connettere fisicamente i vari piani attraverso il vano scala ed i vani ascensore contenuti al suo interno, permette di percepire, dallo spazio esterno della piazza, la vita all’interno della hall e l’attività dei piani superiori: nelle ore notturne diventa una lanterna luminosa attraverso la quale è possibile illuminare gran parte della loggia. Dal punto di vista materico, le facciate sono composte di un ordito di travertino e di vetro, i diversi colori delle pietre si integrano alle parti vetrate che, leggermente brunite e riflettenti, rilegano insieme le varie parti dei prospetti e realizzano, con la riflessione simultanea di cielo e pietra, un gioco ambiguo di solidità ed evanescenza.

 

committente: Provincia dell'Aquila

superficie:  7300 mq

progetto: ELASTICOSPA+3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Corrado Curti, Valeria Brero, Daniele Almondo, Serena Nano, Monica Ierace, Marco Burigana, Luca Infanti, Stefano De Pippo, Marco Bertelli, Alessandro Bilucaglia

 

 

Dove osano gli avvoltoi

×

Concorsi

L'Aquila (AQ)

2013

Il progetto proposto per la nuova sede della Provincia dell'Aquila estremizza l'obiettivo di pedonalizzare il centro della città e di valorizzare la preesistenza storica del Palazzo del Governo e la percezione dell’abside della Chiesa di Sant’Agostino. La volontà di creare spazi pubblici di connessione tra questa parte dell’isolato, il Palazzo del Governo a quota 0.00 e il retro della Chiesa a quota -1.30, ci ha spinto a studiare la realizzazione di una grande piazza, che diventa loggia coperta scivolando sotto l'edificio. Sviluppata sui due diversi livelli, la piazza taglia orizzontalmente l’edificio della Provincia, separando solo formalmente il piano della hall a quota -4.50 dai piani degli uffici che partono da quota +3.30. Un grande cilindro vetrato, oltre a connettere fisicamente i vari piani attraverso il vano scala ed i vani ascensore contenuti al suo interno, permette di percepire, dallo spazio esterno della piazza, la vita all’interno della hall e l’attività dei piani superiori: nelle ore notturne diventa una lanterna luminosa attraverso la quale è possibile illuminare gran parte della loggia. Dal punto di vista materico, le facciate sono composte di un ordito di travertino e di vetro, i diversi colori delle pietre si integrano alle parti vetrate che, leggermente brunite e riflettenti, rilegano insieme le varie parti dei prospetti e realizzano, con la riflessione simultanea di cielo e pietra, un gioco ambiguo di solidità ed evanescenza.

 

committente: Provincia dell'Aquila

superficie:  7300 mq

progetto: ELASTICOSPA+3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Corrado Curti, Valeria Brero, Daniele Almondo, Serena Nano, Monica Ierace, Marco Burigana, Luca Infanti, Stefano De Pippo, Marco Bertelli, Alessandro Bilucaglia

 

 

Dove osano gli avvoltoi

×

Concorsi

L'Aquila (AQ)

2013

Il progetto proposto per la nuova sede della Provincia dell'Aquila estremizza l'obiettivo di pedonalizzare il centro della città e di valorizzare la preesistenza storica del Palazzo del Governo e la percezione dell’abside della Chiesa di Sant’Agostino. La volontà di creare spazi pubblici di connessione tra questa parte dell’isolato, il Palazzo del Governo a quota 0.00 e il retro della Chiesa a quota -1.30, ci ha spinto a studiare la realizzazione di una grande piazza, che diventa loggia coperta scivolando sotto l'edificio. Sviluppata sui due diversi livelli, la piazza taglia orizzontalmente l’edificio della Provincia, separando solo formalmente il piano della hall a quota -4.50 dai piani degli uffici che partono da quota +3.30. Un grande cilindro vetrato, oltre a connettere fisicamente i vari piani attraverso il vano scala ed i vani ascensore contenuti al suo interno, permette di percepire, dallo spazio esterno della piazza, la vita all’interno della hall e l’attività dei piani superiori: nelle ore notturne diventa una lanterna luminosa attraverso la quale è possibile illuminare gran parte della loggia. Dal punto di vista materico, le facciate sono composte di un ordito di travertino e di vetro, i diversi colori delle pietre si integrano alle parti vetrate che, leggermente brunite e riflettenti, rilegano insieme le varie parti dei prospetti e realizzano, con la riflessione simultanea di cielo e pietra, un gioco ambiguo di solidità ed evanescenza.

 

committente: Provincia dell'Aquila

superficie:  7300 mq

progetto: ELASTICOSPA+3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Corrado Curti, Valeria Brero, Daniele Almondo, Serena Nano, Monica Ierace, Marco Burigana, Luca Infanti, Stefano De Pippo, Marco Bertelli, Alessandro Bilucaglia

 

 

Dove osano gli avvoltoi

×

Concorsi

L'Aquila (AQ)

2013

Il progetto proposto per la nuova sede della Provincia dell'Aquila estremizza l'obiettivo di pedonalizzare il centro della città e di valorizzare la preesistenza storica del Palazzo del Governo e la percezione dell’abside della Chiesa di Sant’Agostino. La volontà di creare spazi pubblici di connessione tra questa parte dell’isolato, il Palazzo del Governo a quota 0.00 e il retro della Chiesa a quota -1.30, ci ha spinto a studiare la realizzazione di una grande piazza, che diventa loggia coperta scivolando sotto l'edificio. Sviluppata sui due diversi livelli, la piazza taglia orizzontalmente l’edificio della Provincia, separando solo formalmente il piano della hall a quota -4.50 dai piani degli uffici che partono da quota +3.30. Un grande cilindro vetrato, oltre a connettere fisicamente i vari piani attraverso il vano scala ed i vani ascensore contenuti al suo interno, permette di percepire, dallo spazio esterno della piazza, la vita all’interno della hall e l’attività dei piani superiori: nelle ore notturne diventa una lanterna luminosa attraverso la quale è possibile illuminare gran parte della loggia. Dal punto di vista materico, le facciate sono composte di un ordito di travertino e di vetro, i diversi colori delle pietre si integrano alle parti vetrate che, leggermente brunite e riflettenti, rilegano insieme le varie parti dei prospetti e realizzano, con la riflessione simultanea di cielo e pietra, un gioco ambiguo di solidità ed evanescenza.

 

committente: Provincia dell'Aquila

superficie:  7300 mq

progetto: ELASTICOSPA+3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Corrado Curti, Valeria Brero, Daniele Almondo, Serena Nano, Monica Ierace, Marco Burigana, Luca Infanti, Stefano De Pippo, Marco Bertelli, Alessandro Bilucaglia

 

 

Dove osano gli avvoltoi

×

Concorsi

L'Aquila (AQ)

2013

Il progetto proposto per la nuova sede della Provincia dell'Aquila estremizza l'obiettivo di pedonalizzare il centro della città e di valorizzare la preesistenza storica del Palazzo del Governo e la percezione dell’abside della Chiesa di Sant’Agostino. La volontà di creare spazi pubblici di connessione tra questa parte dell’isolato, il Palazzo del Governo a quota 0.00 e il retro della Chiesa a quota -1.30, ci ha spinto a studiare la realizzazione di una grande piazza, che diventa loggia coperta scivolando sotto l'edificio. Sviluppata sui due diversi livelli, la piazza taglia orizzontalmente l’edificio della Provincia, separando solo formalmente il piano della hall a quota -4.50 dai piani degli uffici che partono da quota +3.30. Un grande cilindro vetrato, oltre a connettere fisicamente i vari piani attraverso il vano scala ed i vani ascensore contenuti al suo interno, permette di percepire, dallo spazio esterno della piazza, la vita all’interno della hall e l’attività dei piani superiori: nelle ore notturne diventa una lanterna luminosa attraverso la quale è possibile illuminare gran parte della loggia. Dal punto di vista materico, le facciate sono composte di un ordito di travertino e di vetro, i diversi colori delle pietre si integrano alle parti vetrate che, leggermente brunite e riflettenti, rilegano insieme le varie parti dei prospetti e realizzano, con la riflessione simultanea di cielo e pietra, un gioco ambiguo di solidità ed evanescenza.

 

committente: Provincia dell'Aquila

superficie:  7300 mq

progetto: ELASTICOSPA+3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Corrado Curti, Valeria Brero, Daniele Almondo, Serena Nano, Monica Ierace, Marco Burigana, Luca Infanti, Stefano De Pippo, Marco Bertelli, Alessandro Bilucaglia

 

 

Dove osano gli avvoltoi

×

Concorsi

L'Aquila (AQ)

2013

Il progetto proposto per la nuova sede della Provincia dell'Aquila estremizza l'obiettivo di pedonalizzare il centro della città e di valorizzare la preesistenza storica del Palazzo del Governo e la percezione dell’abside della Chiesa di Sant’Agostino. La volontà di creare spazi pubblici di connessione tra questa parte dell’isolato, il Palazzo del Governo a quota 0.00 e il retro della Chiesa a quota -1.30, ci ha spinto a studiare la realizzazione di una grande piazza, che diventa loggia coperta scivolando sotto l'edificio. Sviluppata sui due diversi livelli, la piazza taglia orizzontalmente l’edificio della Provincia, separando solo formalmente il piano della hall a quota -4.50 dai piani degli uffici che partono da quota +3.30. Un grande cilindro vetrato, oltre a connettere fisicamente i vari piani attraverso il vano scala ed i vani ascensore contenuti al suo interno, permette di percepire, dallo spazio esterno della piazza, la vita all’interno della hall e l’attività dei piani superiori: nelle ore notturne diventa una lanterna luminosa attraverso la quale è possibile illuminare gran parte della loggia. Dal punto di vista materico, le facciate sono composte di un ordito di travertino e di vetro, i diversi colori delle pietre si integrano alle parti vetrate che, leggermente brunite e riflettenti, rilegano insieme le varie parti dei prospetti e realizzano, con la riflessione simultanea di cielo e pietra, un gioco ambiguo di solidità ed evanescenza.

 

committente: Provincia dell'Aquila

superficie:  7300 mq

progetto: ELASTICOSPA+3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Corrado Curti, Valeria Brero, Daniele Almondo, Serena Nano, Monica Ierace, Marco Burigana, Luca Infanti, Stefano De Pippo, Marco Bertelli, Alessandro Bilucaglia

 

 

Dove osano gli avvoltoi

×

Concorsi

L'Aquila (AQ)

2013

Il progetto proposto per la nuova sede della Provincia dell'Aquila estremizza l'obiettivo di pedonalizzare il centro della città e di valorizzare la preesistenza storica del Palazzo del Governo e la percezione dell’abside della Chiesa di Sant’Agostino. La volontà di creare spazi pubblici di connessione tra questa parte dell’isolato, il Palazzo del Governo a quota 0.00 e il retro della Chiesa a quota -1.30, ci ha spinto a studiare la realizzazione di una grande piazza, che diventa loggia coperta scivolando sotto l'edificio. Sviluppata sui due diversi livelli, la piazza taglia orizzontalmente l’edificio della Provincia, separando solo formalmente il piano della hall a quota -4.50 dai piani degli uffici che partono da quota +3.30. Un grande cilindro vetrato, oltre a connettere fisicamente i vari piani attraverso il vano scala ed i vani ascensore contenuti al suo interno, permette di percepire, dallo spazio esterno della piazza, la vita all’interno della hall e l’attività dei piani superiori: nelle ore notturne diventa una lanterna luminosa attraverso la quale è possibile illuminare gran parte della loggia. Dal punto di vista materico, le facciate sono composte di un ordito di travertino e di vetro, i diversi colori delle pietre si integrano alle parti vetrate che, leggermente brunite e riflettenti, rilegano insieme le varie parti dei prospetti e realizzano, con la riflessione simultanea di cielo e pietra, un gioco ambiguo di solidità ed evanescenza.

 

committente: Provincia dell'Aquila

superficie:  7300 mq

progetto: ELASTICOSPA+3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Corrado Curti, Valeria Brero, Daniele Almondo, Serena Nano, Monica Ierace, Marco Burigana, Luca Infanti, Stefano De Pippo, Marco Bertelli, Alessandro Bilucaglia

 

 

Dove osano gli avvoltoi

×

Concorsi

L'Aquila (AQ)

2013

Il progetto proposto per la nuova sede della Provincia dell'Aquila estremizza l'obiettivo di pedonalizzare il centro della città e di valorizzare la preesistenza storica del Palazzo del Governo e la percezione dell’abside della Chiesa di Sant’Agostino. La volontà di creare spazi pubblici di connessione tra questa parte dell’isolato, il Palazzo del Governo a quota 0.00 e il retro della Chiesa a quota -1.30, ci ha spinto a studiare la realizzazione di una grande piazza, che diventa loggia coperta scivolando sotto l'edificio. Sviluppata sui due diversi livelli, la piazza taglia orizzontalmente l’edificio della Provincia, separando solo formalmente il piano della hall a quota -4.50 dai piani degli uffici che partono da quota +3.30. Un grande cilindro vetrato, oltre a connettere fisicamente i vari piani attraverso il vano scala ed i vani ascensore contenuti al suo interno, permette di percepire, dallo spazio esterno della piazza, la vita all’interno della hall e l’attività dei piani superiori: nelle ore notturne diventa una lanterna luminosa attraverso la quale è possibile illuminare gran parte della loggia. Dal punto di vista materico, le facciate sono composte di un ordito di travertino e di vetro, i diversi colori delle pietre si integrano alle parti vetrate che, leggermente brunite e riflettenti, rilegano insieme le varie parti dei prospetti e realizzano, con la riflessione simultanea di cielo e pietra, un gioco ambiguo di solidità ed evanescenza.

 

committente: Provincia dell'Aquila

superficie:  7300 mq

progetto: ELASTICOSPA+3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Corrado Curti, Valeria Brero, Daniele Almondo, Serena Nano, Monica Ierace, Marco Burigana, Luca Infanti, Stefano De Pippo, Marco Bertelli, Alessandro Bilucaglia

 

 

Dove osano gli avvoltoi

×

Concorsi

L'Aquila (AQ)

2013

Il progetto proposto per la nuova sede della Provincia dell'Aquila estremizza l'obiettivo di pedonalizzare il centro della città e di valorizzare la preesistenza storica del Palazzo del Governo e la percezione dell’abside della Chiesa di Sant’Agostino. La volontà di creare spazi pubblici di connessione tra questa parte dell’isolato, il Palazzo del Governo a quota 0.00 e il retro della Chiesa a quota -1.30, ci ha spinto a studiare la realizzazione di una grande piazza, che diventa loggia coperta scivolando sotto l'edificio. Sviluppata sui due diversi livelli, la piazza taglia orizzontalmente l’edificio della Provincia, separando solo formalmente il piano della hall a quota -4.50 dai piani degli uffici che partono da quota +3.30. Un grande cilindro vetrato, oltre a connettere fisicamente i vari piani attraverso il vano scala ed i vani ascensore contenuti al suo interno, permette di percepire, dallo spazio esterno della piazza, la vita all’interno della hall e l’attività dei piani superiori: nelle ore notturne diventa una lanterna luminosa attraverso la quale è possibile illuminare gran parte della loggia. Dal punto di vista materico, le facciate sono composte di un ordito di travertino e di vetro, i diversi colori delle pietre si integrano alle parti vetrate che, leggermente brunite e riflettenti, rilegano insieme le varie parti dei prospetti e realizzano, con la riflessione simultanea di cielo e pietra, un gioco ambiguo di solidità ed evanescenza.

 

committente: Provincia dell'Aquila

superficie:  7300 mq

progetto: ELASTICOSPA+3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Corrado Curti, Valeria Brero, Daniele Almondo, Serena Nano, Monica Ierace, Marco Burigana, Luca Infanti, Stefano De Pippo, Marco Bertelli, Alessandro Bilucaglia

 

 

Dove osano gli avvoltoi

×

Concorsi

L'Aquila (AQ)

2013

Il progetto proposto per la nuova sede della Provincia dell'Aquila estremizza l'obiettivo di pedonalizzare il centro della città e di valorizzare la preesistenza storica del Palazzo del Governo e la percezione dell’abside della Chiesa di Sant’Agostino. La volontà di creare spazi pubblici di connessione tra questa parte dell’isolato, il Palazzo del Governo a quota 0.00 e il retro della Chiesa a quota -1.30, ci ha spinto a studiare la realizzazione di una grande piazza, che diventa loggia coperta scivolando sotto l'edificio. Sviluppata sui due diversi livelli, la piazza taglia orizzontalmente l’edificio della Provincia, separando solo formalmente il piano della hall a quota -4.50 dai piani degli uffici che partono da quota +3.30. Un grande cilindro vetrato, oltre a connettere fisicamente i vari piani attraverso il vano scala ed i vani ascensore contenuti al suo interno, permette di percepire, dallo spazio esterno della piazza, la vita all’interno della hall e l’attività dei piani superiori: nelle ore notturne diventa una lanterna luminosa attraverso la quale è possibile illuminare gran parte della loggia. Dal punto di vista materico, le facciate sono composte di un ordito di travertino e di vetro, i diversi colori delle pietre si integrano alle parti vetrate che, leggermente brunite e riflettenti, rilegano insieme le varie parti dei prospetti e realizzano, con la riflessione simultanea di cielo e pietra, un gioco ambiguo di solidità ed evanescenza.

 

committente: Provincia dell'Aquila

superficie:  7300 mq

progetto: ELASTICOSPA+3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Corrado Curti, Valeria Brero, Daniele Almondo, Serena Nano, Monica Ierace, Marco Burigana, Luca Infanti, Stefano De Pippo, Marco Bertelli, Alessandro Bilucaglia

 

 

Dove osano gli avvoltoi

×

Concorsi

L'Aquila (AQ)

2013

Il progetto proposto per la nuova sede della Provincia dell'Aquila estremizza l'obiettivo di pedonalizzare il centro della città e di valorizzare la preesistenza storica del Palazzo del Governo e la percezione dell’abside della Chiesa di Sant’Agostino. La volontà di creare spazi pubblici di connessione tra questa parte dell’isolato, il Palazzo del Governo a quota 0.00 e il retro della Chiesa a quota -1.30, ci ha spinto a studiare la realizzazione di una grande piazza, che diventa loggia coperta scivolando sotto l'edificio. Sviluppata sui due diversi livelli, la piazza taglia orizzontalmente l’edificio della Provincia, separando solo formalmente il piano della hall a quota -4.50 dai piani degli uffici che partono da quota +3.30. Un grande cilindro vetrato, oltre a connettere fisicamente i vari piani attraverso il vano scala ed i vani ascensore contenuti al suo interno, permette di percepire, dallo spazio esterno della piazza, la vita all’interno della hall e l’attività dei piani superiori: nelle ore notturne diventa una lanterna luminosa attraverso la quale è possibile illuminare gran parte della loggia. Dal punto di vista materico, le facciate sono composte di un ordito di travertino e di vetro, i diversi colori delle pietre si integrano alle parti vetrate che, leggermente brunite e riflettenti, rilegano insieme le varie parti dei prospetti e realizzano, con la riflessione simultanea di cielo e pietra, un gioco ambiguo di solidità ed evanescenza.

 

committente: Provincia dell'Aquila

superficie:  7300 mq

progetto: ELASTICOSPA+3

gruppo: Stefano Pujatti, Alberto Del Maschio, Corrado Curti, Valeria Brero, Daniele Almondo, Serena Nano, Monica Ierace, Marco Burigana, Luca Infanti, Stefano De Pippo, Marco Bertelli, Alessandro Bilucaglia