Flyingstones

×

Case unifamiliari

San Quirino (PN)

2018

 

All’interno di un Piano di Recupero nel comune di San Quirino (PN), il piccolo edificio residenziale propone una riflessione sulla tecnologia e sul ruolo dei materiali all’interno dei centri storici.

Il comune in questione, come tutto il territorio friulano, è considerato zona ad alto rischio sismico. Le costruzioni in sasso hanno con il tempo rivelato i loro punti deboli ed oggi la normativa relativa alle strutture rende impossibile realizzare edifici con struttura portante lapidea come avveniva nei tempi passati.

Per contro i piani regolatori ed i regolamenti edilizi comunali individuano, per i nuovi interventi nei centri storici, l’uso del sasso nella forma tradizionale quale elemento di continuità materiale.

A partire da queste premesse il nostro progetto indaga il nuovo ruolo cosmetico del sasso che da elemento strutturale diventa paramento di facciata.

La piccola casa ricerca un legame con l’intorno reinterpretando con ironia gli elementi della costruzione, evidenziando le nuove opportunità offerte dai materiali e dalle forme della tradizione locale.

 

 

committente:privato

superficie: 120 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo:Stefano Pujatti, Alberto del Maschio, Valeria Brero, Daniele Almondo, Marco Burigana, Andrea Rosada, Serena Nano

strutture:Ing. Colonnello

impianti:Proj-system

costruttore: Bedin e Arrigò 

fotografie: Mattia Balsamini

 

 

Flyingstones

×

Case unifamiliari

San Quirino (PN)

2018

 

All’interno di un Piano di Recupero nel comune di San Quirino (PN), il piccolo edificio residenziale propone una riflessione sulla tecnologia e sul ruolo dei materiali all’interno dei centri storici.

Il comune in questione, come tutto il territorio friulano, è considerato zona ad alto rischio sismico. Le costruzioni in sasso hanno con il tempo rivelato i loro punti deboli ed oggi la normativa relativa alle strutture rende impossibile realizzare edifici con struttura portante lapidea come avveniva nei tempi passati.

Per contro i piani regolatori ed i regolamenti edilizi comunali individuano, per i nuovi interventi nei centri storici, l’uso del sasso nella forma tradizionale quale elemento di continuità materiale.

A partire da queste premesse il nostro progetto indaga il nuovo ruolo cosmetico del sasso che da elemento strutturale diventa paramento di facciata.

La piccola casa ricerca un legame con l’intorno reinterpretando con ironia gli elementi della costruzione, evidenziando le nuove opportunità offerte dai materiali e dalle forme della tradizione locale.

 

 

committente:privato

superficie: 120 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo:Stefano Pujatti, Alberto del Maschio, Valeria Brero, Daniele Almondo, Marco Burigana, Andrea Rosada, Serena Nano

strutture:Ing. Colonnello

impianti:Proj-system

costruttore: Bedin e Arrigò 

fotografie: Mattia Balsamini

 

 

Flyingstones

×

Case unifamiliari

San Quirino (PN)

2018

 

All’interno di un Piano di Recupero nel comune di San Quirino (PN), il piccolo edificio residenziale propone una riflessione sulla tecnologia e sul ruolo dei materiali all’interno dei centri storici.

Il comune in questione, come tutto il territorio friulano, è considerato zona ad alto rischio sismico. Le costruzioni in sasso hanno con il tempo rivelato i loro punti deboli ed oggi la normativa relativa alle strutture rende impossibile realizzare edifici con struttura portante lapidea come avveniva nei tempi passati.

Per contro i piani regolatori ed i regolamenti edilizi comunali individuano, per i nuovi interventi nei centri storici, l’uso del sasso nella forma tradizionale quale elemento di continuità materiale.

A partire da queste premesse il nostro progetto indaga il nuovo ruolo cosmetico del sasso che da elemento strutturale diventa paramento di facciata.

La piccola casa ricerca un legame con l’intorno reinterpretando con ironia gli elementi della costruzione, evidenziando le nuove opportunità offerte dai materiali e dalle forme della tradizione locale.

 

 

committente:privato

superficie: 120 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo:Stefano Pujatti, Alberto del Maschio, Valeria Brero, Daniele Almondo, Marco Burigana, Andrea Rosada, Serena Nano

strutture:Ing. Colonnello

impianti:Proj-system

costruttore: Bedin e Arrigò 

fotografie: Mattia Balsamini

 

 

Flyingstones

×

Case unifamiliari

San Quirino (PN)

2018

 

All’interno di un Piano di Recupero nel comune di San Quirino (PN), il piccolo edificio residenziale propone una riflessione sulla tecnologia e sul ruolo dei materiali all’interno dei centri storici.

Il comune in questione, come tutto il territorio friulano, è considerato zona ad alto rischio sismico. Le costruzioni in sasso hanno con il tempo rivelato i loro punti deboli ed oggi la normativa relativa alle strutture rende impossibile realizzare edifici con struttura portante lapidea come avveniva nei tempi passati.

Per contro i piani regolatori ed i regolamenti edilizi comunali individuano, per i nuovi interventi nei centri storici, l’uso del sasso nella forma tradizionale quale elemento di continuità materiale.

A partire da queste premesse il nostro progetto indaga il nuovo ruolo cosmetico del sasso che da elemento strutturale diventa paramento di facciata.

La piccola casa ricerca un legame con l’intorno reinterpretando con ironia gli elementi della costruzione, evidenziando le nuove opportunità offerte dai materiali e dalle forme della tradizione locale.

 

 

committente:privato

superficie: 120 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo:Stefano Pujatti, Alberto del Maschio, Valeria Brero, Daniele Almondo, Marco Burigana, Andrea Rosada, Serena Nano

strutture:Ing. Colonnello

impianti:Proj-system

costruttore: Bedin e Arrigò 

fotografie: Mattia Balsamini

 

 

Flyingstones

×

Case unifamiliari

San Quirino (PN)

2018

 

All’interno di un Piano di Recupero nel comune di San Quirino (PN), il piccolo edificio residenziale propone una riflessione sulla tecnologia e sul ruolo dei materiali all’interno dei centri storici.

Il comune in questione, come tutto il territorio friulano, è considerato zona ad alto rischio sismico. Le costruzioni in sasso hanno con il tempo rivelato i loro punti deboli ed oggi la normativa relativa alle strutture rende impossibile realizzare edifici con struttura portante lapidea come avveniva nei tempi passati.

Per contro i piani regolatori ed i regolamenti edilizi comunali individuano, per i nuovi interventi nei centri storici, l’uso del sasso nella forma tradizionale quale elemento di continuità materiale.

A partire da queste premesse il nostro progetto indaga il nuovo ruolo cosmetico del sasso che da elemento strutturale diventa paramento di facciata.

La piccola casa ricerca un legame con l’intorno reinterpretando con ironia gli elementi della costruzione, evidenziando le nuove opportunità offerte dai materiali e dalle forme della tradizione locale.

 

 

committente:privato

superficie: 120 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo:Stefano Pujatti, Alberto del Maschio, Valeria Brero, Daniele Almondo, Marco Burigana, Andrea Rosada, Serena Nano

strutture:Ing. Colonnello

impianti:Proj-system

costruttore: Bedin e Arrigò 

fotografie: Mattia Balsamini

 

 

Flyingstones

×

Case unifamiliari

San Quirino (PN)

2018

 

All’interno di un Piano di Recupero nel comune di San Quirino (PN), il piccolo edificio residenziale propone una riflessione sulla tecnologia e sul ruolo dei materiali all’interno dei centri storici.

Il comune in questione, come tutto il territorio friulano, è considerato zona ad alto rischio sismico. Le costruzioni in sasso hanno con il tempo rivelato i loro punti deboli ed oggi la normativa relativa alle strutture rende impossibile realizzare edifici con struttura portante lapidea come avveniva nei tempi passati.

Per contro i piani regolatori ed i regolamenti edilizi comunali individuano, per i nuovi interventi nei centri storici, l’uso del sasso nella forma tradizionale quale elemento di continuità materiale.

A partire da queste premesse il nostro progetto indaga il nuovo ruolo cosmetico del sasso che da elemento strutturale diventa paramento di facciata.

La piccola casa ricerca un legame con l’intorno reinterpretando con ironia gli elementi della costruzione, evidenziando le nuove opportunità offerte dai materiali e dalle forme della tradizione locale.

 

 

committente:privato

superficie: 120 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo:Stefano Pujatti, Alberto del Maschio, Valeria Brero, Daniele Almondo, Marco Burigana, Andrea Rosada, Serena Nano

strutture:Ing. Colonnello

impianti:Proj-system

costruttore: Bedin e Arrigò 

fotografie: Mattia Balsamini

 

 

Flyingstones

×

Case unifamiliari

San Quirino (PN)

2018

 

All’interno di un Piano di Recupero nel comune di San Quirino (PN), il piccolo edificio residenziale propone una riflessione sulla tecnologia e sul ruolo dei materiali all’interno dei centri storici.

Il comune in questione, come tutto il territorio friulano, è considerato zona ad alto rischio sismico. Le costruzioni in sasso hanno con il tempo rivelato i loro punti deboli ed oggi la normativa relativa alle strutture rende impossibile realizzare edifici con struttura portante lapidea come avveniva nei tempi passati.

Per contro i piani regolatori ed i regolamenti edilizi comunali individuano, per i nuovi interventi nei centri storici, l’uso del sasso nella forma tradizionale quale elemento di continuità materiale.

A partire da queste premesse il nostro progetto indaga il nuovo ruolo cosmetico del sasso che da elemento strutturale diventa paramento di facciata.

La piccola casa ricerca un legame con l’intorno reinterpretando con ironia gli elementi della costruzione, evidenziando le nuove opportunità offerte dai materiali e dalle forme della tradizione locale.

 

 

committente:privato

superficie: 120 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo:Stefano Pujatti, Alberto del Maschio, Valeria Brero, Daniele Almondo, Marco Burigana, Andrea Rosada, Serena Nano

strutture:Ing. Colonnello

impianti:Proj-system

costruttore: Bedin e Arrigò 

fotografie: Mattia Balsamini

 

 

Flyingstones

×

Case unifamiliari

San Quirino (PN)

2018

 

All’interno di un Piano di Recupero nel comune di San Quirino (PN), il piccolo edificio residenziale propone una riflessione sulla tecnologia e sul ruolo dei materiali all’interno dei centri storici.

Il comune in questione, come tutto il territorio friulano, è considerato zona ad alto rischio sismico. Le costruzioni in sasso hanno con il tempo rivelato i loro punti deboli ed oggi la normativa relativa alle strutture rende impossibile realizzare edifici con struttura portante lapidea come avveniva nei tempi passati.

Per contro i piani regolatori ed i regolamenti edilizi comunali individuano, per i nuovi interventi nei centri storici, l’uso del sasso nella forma tradizionale quale elemento di continuità materiale.

A partire da queste premesse il nostro progetto indaga il nuovo ruolo cosmetico del sasso che da elemento strutturale diventa paramento di facciata.

La piccola casa ricerca un legame con l’intorno reinterpretando con ironia gli elementi della costruzione, evidenziando le nuove opportunità offerte dai materiali e dalle forme della tradizione locale.

 

 

committente:privato

superficie: 120 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo:Stefano Pujatti, Alberto del Maschio, Valeria Brero, Daniele Almondo, Marco Burigana, Andrea Rosada, Serena Nano

strutture:Ing. Colonnello

impianti:Proj-system

costruttore: Bedin e Arrigò 

fotografie: Mattia Balsamini

 

 

Flyingstones

×

Case unifamiliari

San Quirino (PN)

2018

 

All’interno di un Piano di Recupero nel comune di San Quirino (PN), il piccolo edificio residenziale propone una riflessione sulla tecnologia e sul ruolo dei materiali all’interno dei centri storici.

Il comune in questione, come tutto il territorio friulano, è considerato zona ad alto rischio sismico. Le costruzioni in sasso hanno con il tempo rivelato i loro punti deboli ed oggi la normativa relativa alle strutture rende impossibile realizzare edifici con struttura portante lapidea come avveniva nei tempi passati.

Per contro i piani regolatori ed i regolamenti edilizi comunali individuano, per i nuovi interventi nei centri storici, l’uso del sasso nella forma tradizionale quale elemento di continuità materiale.

A partire da queste premesse il nostro progetto indaga il nuovo ruolo cosmetico del sasso che da elemento strutturale diventa paramento di facciata.

La piccola casa ricerca un legame con l’intorno reinterpretando con ironia gli elementi della costruzione, evidenziando le nuove opportunità offerte dai materiali e dalle forme della tradizione locale.

 

 

committente:privato

superficie: 120 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo:Stefano Pujatti, Alberto del Maschio, Valeria Brero, Daniele Almondo, Marco Burigana, Andrea Rosada, Serena Nano

strutture:Ing. Colonnello

impianti:Proj-system

costruttore: Bedin e Arrigò 

fotografie: Mattia Balsamini

 

 

Flyingstones

×

Case unifamiliari

San Quirino (PN)

2018

 

All’interno di un Piano di Recupero nel comune di San Quirino (PN), il piccolo edificio residenziale propone una riflessione sulla tecnologia e sul ruolo dei materiali all’interno dei centri storici.

Il comune in questione, come tutto il territorio friulano, è considerato zona ad alto rischio sismico. Le costruzioni in sasso hanno con il tempo rivelato i loro punti deboli ed oggi la normativa relativa alle strutture rende impossibile realizzare edifici con struttura portante lapidea come avveniva nei tempi passati.

Per contro i piani regolatori ed i regolamenti edilizi comunali individuano, per i nuovi interventi nei centri storici, l’uso del sasso nella forma tradizionale quale elemento di continuità materiale.

A partire da queste premesse il nostro progetto indaga il nuovo ruolo cosmetico del sasso che da elemento strutturale diventa paramento di facciata.

La piccola casa ricerca un legame con l’intorno reinterpretando con ironia gli elementi della costruzione, evidenziando le nuove opportunità offerte dai materiali e dalle forme della tradizione locale.

 

 

committente:privato

superficie: 120 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo:Stefano Pujatti, Alberto del Maschio, Valeria Brero, Daniele Almondo, Marco Burigana, Andrea Rosada, Serena Nano

strutture:Ing. Colonnello

impianti:Proj-system

costruttore: Bedin e Arrigò 

fotografie: Mattia Balsamini

 

 

Flyingstones

×

Case unifamiliari

San Quirino (PN)

2018

 

All’interno di un Piano di Recupero nel comune di San Quirino (PN), il piccolo edificio residenziale propone una riflessione sulla tecnologia e sul ruolo dei materiali all’interno dei centri storici.

Il comune in questione, come tutto il territorio friulano, è considerato zona ad alto rischio sismico. Le costruzioni in sasso hanno con il tempo rivelato i loro punti deboli ed oggi la normativa relativa alle strutture rende impossibile realizzare edifici con struttura portante lapidea come avveniva nei tempi passati.

Per contro i piani regolatori ed i regolamenti edilizi comunali individuano, per i nuovi interventi nei centri storici, l’uso del sasso nella forma tradizionale quale elemento di continuità materiale.

A partire da queste premesse il nostro progetto indaga il nuovo ruolo cosmetico del sasso che da elemento strutturale diventa paramento di facciata.

La piccola casa ricerca un legame con l’intorno reinterpretando con ironia gli elementi della costruzione, evidenziando le nuove opportunità offerte dai materiali e dalle forme della tradizione locale.

 

 

committente:privato

superficie: 120 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo:Stefano Pujatti, Alberto del Maschio, Valeria Brero, Daniele Almondo, Marco Burigana, Andrea Rosada, Serena Nano

strutture:Ing. Colonnello

impianti:Proj-system

costruttore: Bedin e Arrigò 

fotografie: Mattia Balsamini

 

 

Flyingstones

×

Case unifamiliari

San Quirino (PN)

2018

 

All’interno di un Piano di Recupero nel comune di San Quirino (PN), il piccolo edificio residenziale propone una riflessione sulla tecnologia e sul ruolo dei materiali all’interno dei centri storici.

Il comune in questione, come tutto il territorio friulano, è considerato zona ad alto rischio sismico. Le costruzioni in sasso hanno con il tempo rivelato i loro punti deboli ed oggi la normativa relativa alle strutture rende impossibile realizzare edifici con struttura portante lapidea come avveniva nei tempi passati.

Per contro i piani regolatori ed i regolamenti edilizi comunali individuano, per i nuovi interventi nei centri storici, l’uso del sasso nella forma tradizionale quale elemento di continuità materiale.

A partire da queste premesse il nostro progetto indaga il nuovo ruolo cosmetico del sasso che da elemento strutturale diventa paramento di facciata.

La piccola casa ricerca un legame con l’intorno reinterpretando con ironia gli elementi della costruzione, evidenziando le nuove opportunità offerte dai materiali e dalle forme della tradizione locale.

 

 

committente:privato

superficie: 120 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo:Stefano Pujatti, Alberto del Maschio, Valeria Brero, Daniele Almondo, Marco Burigana, Andrea Rosada, Serena Nano

strutture:Ing. Colonnello

impianti:Proj-system

costruttore: Bedin e Arrigò 

fotografie: Mattia Balsamini

 

 

Flyingstones

×

Case unifamiliari

San Quirino (PN)

2018

 

All’interno di un Piano di Recupero nel comune di San Quirino (PN), il piccolo edificio residenziale propone una riflessione sulla tecnologia e sul ruolo dei materiali all’interno dei centri storici.

Il comune in questione, come tutto il territorio friulano, è considerato zona ad alto rischio sismico. Le costruzioni in sasso hanno con il tempo rivelato i loro punti deboli ed oggi la normativa relativa alle strutture rende impossibile realizzare edifici con struttura portante lapidea come avveniva nei tempi passati.

Per contro i piani regolatori ed i regolamenti edilizi comunali individuano, per i nuovi interventi nei centri storici, l’uso del sasso nella forma tradizionale quale elemento di continuità materiale.

A partire da queste premesse il nostro progetto indaga il nuovo ruolo cosmetico del sasso che da elemento strutturale diventa paramento di facciata.

La piccola casa ricerca un legame con l’intorno reinterpretando con ironia gli elementi della costruzione, evidenziando le nuove opportunità offerte dai materiali e dalle forme della tradizione locale.

 

 

committente:privato

superficie: 120 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo:Stefano Pujatti, Alberto del Maschio, Valeria Brero, Daniele Almondo, Marco Burigana, Andrea Rosada, Serena Nano

strutture:Ing. Colonnello

impianti:Proj-system

costruttore: Bedin e Arrigò 

fotografie: Mattia Balsamini

 

 

Flyingstones

×

Case unifamiliari

San Quirino (PN)

2018

 

All’interno di un Piano di Recupero nel comune di San Quirino (PN), il piccolo edificio residenziale propone una riflessione sulla tecnologia e sul ruolo dei materiali all’interno dei centri storici.

Il comune in questione, come tutto il territorio friulano, è considerato zona ad alto rischio sismico. Le costruzioni in sasso hanno con il tempo rivelato i loro punti deboli ed oggi la normativa relativa alle strutture rende impossibile realizzare edifici con struttura portante lapidea come avveniva nei tempi passati.

Per contro i piani regolatori ed i regolamenti edilizi comunali individuano, per i nuovi interventi nei centri storici, l’uso del sasso nella forma tradizionale quale elemento di continuità materiale.

A partire da queste premesse il nostro progetto indaga il nuovo ruolo cosmetico del sasso che da elemento strutturale diventa paramento di facciata.

La piccola casa ricerca un legame con l’intorno reinterpretando con ironia gli elementi della costruzione, evidenziando le nuove opportunità offerte dai materiali e dalle forme della tradizione locale.

 

 

committente:privato

superficie: 120 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo:Stefano Pujatti, Alberto del Maschio, Valeria Brero, Daniele Almondo, Marco Burigana, Andrea Rosada, Serena Nano

strutture:Ing. Colonnello

impianti:Proj-system

costruttore: Bedin e Arrigò 

fotografie: Mattia Balsamini

 

 

Flyingstones

×

Case unifamiliari

San Quirino (PN)

2018

 

All’interno di un Piano di Recupero nel comune di San Quirino (PN), il piccolo edificio residenziale propone una riflessione sulla tecnologia e sul ruolo dei materiali all’interno dei centri storici.

Il comune in questione, come tutto il territorio friulano, è considerato zona ad alto rischio sismico. Le costruzioni in sasso hanno con il tempo rivelato i loro punti deboli ed oggi la normativa relativa alle strutture rende impossibile realizzare edifici con struttura portante lapidea come avveniva nei tempi passati.

Per contro i piani regolatori ed i regolamenti edilizi comunali individuano, per i nuovi interventi nei centri storici, l’uso del sasso nella forma tradizionale quale elemento di continuità materiale.

A partire da queste premesse il nostro progetto indaga il nuovo ruolo cosmetico del sasso che da elemento strutturale diventa paramento di facciata.

La piccola casa ricerca un legame con l’intorno reinterpretando con ironia gli elementi della costruzione, evidenziando le nuove opportunità offerte dai materiali e dalle forme della tradizione locale.

 

 

committente:privato

superficie: 120 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo:Stefano Pujatti, Alberto del Maschio, Valeria Brero, Daniele Almondo, Marco Burigana, Andrea Rosada, Serena Nano

strutture:Ing. Colonnello

impianti:Proj-system

costruttore: Bedin e Arrigò 

fotografie: Mattia Balsamini

 

 

Flyingstones

×

Case unifamiliari

San Quirino (PN)

2018

 

All’interno di un Piano di Recupero nel comune di San Quirino (PN), il piccolo edificio residenziale propone una riflessione sulla tecnologia e sul ruolo dei materiali all’interno dei centri storici.

Il comune in questione, come tutto il territorio friulano, è considerato zona ad alto rischio sismico. Le costruzioni in sasso hanno con il tempo rivelato i loro punti deboli ed oggi la normativa relativa alle strutture rende impossibile realizzare edifici con struttura portante lapidea come avveniva nei tempi passati.

Per contro i piani regolatori ed i regolamenti edilizi comunali individuano, per i nuovi interventi nei centri storici, l’uso del sasso nella forma tradizionale quale elemento di continuità materiale.

A partire da queste premesse il nostro progetto indaga il nuovo ruolo cosmetico del sasso che da elemento strutturale diventa paramento di facciata.

La piccola casa ricerca un legame con l’intorno reinterpretando con ironia gli elementi della costruzione, evidenziando le nuove opportunità offerte dai materiali e dalle forme della tradizione locale.

 

 

committente:privato

superficie: 120 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo:Stefano Pujatti, Alberto del Maschio, Valeria Brero, Daniele Almondo, Marco Burigana, Andrea Rosada, Serena Nano

strutture:Ing. Colonnello

impianti:Proj-system

costruttore: Bedin e Arrigò 

fotografie: Mattia Balsamini

 

 

Flyingstones

×

Case unifamiliari

San Quirino (PN)

2018

 

All’interno di un Piano di Recupero nel comune di San Quirino (PN), il piccolo edificio residenziale propone una riflessione sulla tecnologia e sul ruolo dei materiali all’interno dei centri storici.

Il comune in questione, come tutto il territorio friulano, è considerato zona ad alto rischio sismico. Le costruzioni in sasso hanno con il tempo rivelato i loro punti deboli ed oggi la normativa relativa alle strutture rende impossibile realizzare edifici con struttura portante lapidea come avveniva nei tempi passati.

Per contro i piani regolatori ed i regolamenti edilizi comunali individuano, per i nuovi interventi nei centri storici, l’uso del sasso nella forma tradizionale quale elemento di continuità materiale.

A partire da queste premesse il nostro progetto indaga il nuovo ruolo cosmetico del sasso che da elemento strutturale diventa paramento di facciata.

La piccola casa ricerca un legame con l’intorno reinterpretando con ironia gli elementi della costruzione, evidenziando le nuove opportunità offerte dai materiali e dalle forme della tradizione locale.

 

 

committente:privato

superficie: 120 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo:Stefano Pujatti, Alberto del Maschio, Valeria Brero, Daniele Almondo, Marco Burigana, Andrea Rosada, Serena Nano

strutture:Ing. Colonnello

impianti:Proj-system

costruttore: Bedin e Arrigò 

fotografie: Mattia Balsamini

 

 

Flyingstones

×

Case unifamiliari

San Quirino (PN)

2018

 

All’interno di un Piano di Recupero nel comune di San Quirino (PN), il piccolo edificio residenziale propone una riflessione sulla tecnologia e sul ruolo dei materiali all’interno dei centri storici.

Il comune in questione, come tutto il territorio friulano, è considerato zona ad alto rischio sismico. Le costruzioni in sasso hanno con il tempo rivelato i loro punti deboli ed oggi la normativa relativa alle strutture rende impossibile realizzare edifici con struttura portante lapidea come avveniva nei tempi passati.

Per contro i piani regolatori ed i regolamenti edilizi comunali individuano, per i nuovi interventi nei centri storici, l’uso del sasso nella forma tradizionale quale elemento di continuità materiale.

A partire da queste premesse il nostro progetto indaga il nuovo ruolo cosmetico del sasso che da elemento strutturale diventa paramento di facciata.

La piccola casa ricerca un legame con l’intorno reinterpretando con ironia gli elementi della costruzione, evidenziando le nuove opportunità offerte dai materiali e dalle forme della tradizione locale.

 

 

committente:privato

superficie: 120 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo:Stefano Pujatti, Alberto del Maschio, Valeria Brero, Daniele Almondo, Marco Burigana, Andrea Rosada, Serena Nano

strutture:Ing. Colonnello

impianti:Proj-system

costruttore: Bedin e Arrigò 

fotografie: Mattia Balsamini

 

 

Flyingstones

×

Case unifamiliari

San Quirino (PN)

2018

 

All’interno di un Piano di Recupero nel comune di San Quirino (PN), il piccolo edificio residenziale propone una riflessione sulla tecnologia e sul ruolo dei materiali all’interno dei centri storici.

Il comune in questione, come tutto il territorio friulano, è considerato zona ad alto rischio sismico. Le costruzioni in sasso hanno con il tempo rivelato i loro punti deboli ed oggi la normativa relativa alle strutture rende impossibile realizzare edifici con struttura portante lapidea come avveniva nei tempi passati.

Per contro i piani regolatori ed i regolamenti edilizi comunali individuano, per i nuovi interventi nei centri storici, l’uso del sasso nella forma tradizionale quale elemento di continuità materiale.

A partire da queste premesse il nostro progetto indaga il nuovo ruolo cosmetico del sasso che da elemento strutturale diventa paramento di facciata.

La piccola casa ricerca un legame con l’intorno reinterpretando con ironia gli elementi della costruzione, evidenziando le nuove opportunità offerte dai materiali e dalle forme della tradizione locale.

 

 

committente:privato

superficie: 120 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo:Stefano Pujatti, Alberto del Maschio, Valeria Brero, Daniele Almondo, Marco Burigana, Andrea Rosada, Serena Nano

strutture:Ing. Colonnello

impianti:Proj-system

costruttore: Bedin e Arrigò 

fotografie: Mattia Balsamini

 

 

Flyingstones

×

Case unifamiliari

San Quirino (PN)

2018

 

All’interno di un Piano di Recupero nel comune di San Quirino (PN), il piccolo edificio residenziale propone una riflessione sulla tecnologia e sul ruolo dei materiali all’interno dei centri storici.

Il comune in questione, come tutto il territorio friulano, è considerato zona ad alto rischio sismico. Le costruzioni in sasso hanno con il tempo rivelato i loro punti deboli ed oggi la normativa relativa alle strutture rende impossibile realizzare edifici con struttura portante lapidea come avveniva nei tempi passati.

Per contro i piani regolatori ed i regolamenti edilizi comunali individuano, per i nuovi interventi nei centri storici, l’uso del sasso nella forma tradizionale quale elemento di continuità materiale.

A partire da queste premesse il nostro progetto indaga il nuovo ruolo cosmetico del sasso che da elemento strutturale diventa paramento di facciata.

La piccola casa ricerca un legame con l’intorno reinterpretando con ironia gli elementi della costruzione, evidenziando le nuove opportunità offerte dai materiali e dalle forme della tradizione locale.

 

 

committente:privato

superficie: 120 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo:Stefano Pujatti, Alberto del Maschio, Valeria Brero, Daniele Almondo, Marco Burigana, Andrea Rosada, Serena Nano

strutture:Ing. Colonnello

impianti:Proj-system

costruttore: Bedin e Arrigò 

fotografie: Mattia Balsamini

 

 

Flyingstones

×

Case unifamiliari

San Quirino (PN)

2018

 

All’interno di un Piano di Recupero nel comune di San Quirino (PN), il piccolo edificio residenziale propone una riflessione sulla tecnologia e sul ruolo dei materiali all’interno dei centri storici.

Il comune in questione, come tutto il territorio friulano, è considerato zona ad alto rischio sismico. Le costruzioni in sasso hanno con il tempo rivelato i loro punti deboli ed oggi la normativa relativa alle strutture rende impossibile realizzare edifici con struttura portante lapidea come avveniva nei tempi passati.

Per contro i piani regolatori ed i regolamenti edilizi comunali individuano, per i nuovi interventi nei centri storici, l’uso del sasso nella forma tradizionale quale elemento di continuità materiale.

A partire da queste premesse il nostro progetto indaga il nuovo ruolo cosmetico del sasso che da elemento strutturale diventa paramento di facciata.

La piccola casa ricerca un legame con l’intorno reinterpretando con ironia gli elementi della costruzione, evidenziando le nuove opportunità offerte dai materiali e dalle forme della tradizione locale.

 

 

committente:privato

superficie: 120 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo:Stefano Pujatti, Alberto del Maschio, Valeria Brero, Daniele Almondo, Marco Burigana, Andrea Rosada, Serena Nano

strutture:Ing. Colonnello

impianti:Proj-system

costruttore: Bedin e Arrigò 

fotografie: Mattia Balsamini

 

 

Flyingstones

×

Case unifamiliari

San Quirino (PN)

2018

 

All’interno di un Piano di Recupero nel comune di San Quirino (PN), il piccolo edificio residenziale propone una riflessione sulla tecnologia e sul ruolo dei materiali all’interno dei centri storici.

Il comune in questione, come tutto il territorio friulano, è considerato zona ad alto rischio sismico. Le costruzioni in sasso hanno con il tempo rivelato i loro punti deboli ed oggi la normativa relativa alle strutture rende impossibile realizzare edifici con struttura portante lapidea come avveniva nei tempi passati.

Per contro i piani regolatori ed i regolamenti edilizi comunali individuano, per i nuovi interventi nei centri storici, l’uso del sasso nella forma tradizionale quale elemento di continuità materiale.

A partire da queste premesse il nostro progetto indaga il nuovo ruolo cosmetico del sasso che da elemento strutturale diventa paramento di facciata.

La piccola casa ricerca un legame con l’intorno reinterpretando con ironia gli elementi della costruzione, evidenziando le nuove opportunità offerte dai materiali e dalle forme della tradizione locale.

 

 

committente:privato

superficie: 120 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo:Stefano Pujatti, Alberto del Maschio, Valeria Brero, Daniele Almondo, Marco Burigana, Andrea Rosada, Serena Nano

strutture:Ing. Colonnello

impianti:Proj-system

costruttore: Bedin e Arrigò 

fotografie: Mattia Balsamini

 

 

Flyingstones

×

Case unifamiliari

San Quirino (PN)

2018

 

All’interno di un Piano di Recupero nel comune di San Quirino (PN), il piccolo edificio residenziale propone una riflessione sulla tecnologia e sul ruolo dei materiali all’interno dei centri storici.

Il comune in questione, come tutto il territorio friulano, è considerato zona ad alto rischio sismico. Le costruzioni in sasso hanno con il tempo rivelato i loro punti deboli ed oggi la normativa relativa alle strutture rende impossibile realizzare edifici con struttura portante lapidea come avveniva nei tempi passati.

Per contro i piani regolatori ed i regolamenti edilizi comunali individuano, per i nuovi interventi nei centri storici, l’uso del sasso nella forma tradizionale quale elemento di continuità materiale.

A partire da queste premesse il nostro progetto indaga il nuovo ruolo cosmetico del sasso che da elemento strutturale diventa paramento di facciata.

La piccola casa ricerca un legame con l’intorno reinterpretando con ironia gli elementi della costruzione, evidenziando le nuove opportunità offerte dai materiali e dalle forme della tradizione locale.

 

 

committente:privato

superficie: 120 mq

progetto:ELASTICOSPA + 3

gruppo:Stefano Pujatti, Alberto del Maschio, Valeria Brero, Daniele Almondo, Marco Burigana, Andrea Rosada, Serena Nano

strutture:Ing. Colonnello

impianti:Proj-system

costruttore: Bedin e Arrigò 

fotografie: Mattia Balsamini